Meno della metà non prende in mano un libro e si legge sempre meno

Tra i marchigiani sono davvero pochi quelli che leggono, meno della media delle regioni dell'Italia centrale. In aumento i lettori saltuari

Aumentano i lettori saltuari ma calano drasticamente coloro che leggono per abitudine e anche i cosiddetti "lettori forti" quelli cioè che prendono in mano almeno un libro al mese. Lo ha certificato l'Istat nell'ultima indagine sulla propensione alla lettura degli italiani. Solo il 41,8% dei marchigiani legge libri per motivi non strettamente scolastici o professionali. 

Questo dato ci pone leggermente sopra la media italiana (41%) ma sotto quella delle regioni del centro Italia (44,5%). Il 48,6% legge fino a tre libri l'anno mentre il 9,2% ha dichiarato di aver letto almeno un libro al mese o anche più. Rispetto all'anno precedente aumentano quanti hanno letto almeno un libro (erano il 40%) ma diminuiscono i lettori medi (fino a tre libri l'anno erano quasi il 50%) e i "lettori forti" che erano l'11,1%.

Potrebbe interessarti

  • La pausa ideale, dove gustare i migliori 10 caffè di Ancona

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • Estate 2019, tutte le informazioni per la vacanza perfetta a Portonovo

  • “Farai la fine del ca’ de Luzi”, il detto anconetano tra leggenda e verità

I più letti della settimana

  • Un caso di febbre Dengue ad Ancona, è allerta: scatta il piano di prevenzione

  • Terribile schianto in A14, traffico bloccato: un ferito in gravissime condizioni

  • Inferno in A14, colpa del cambio di carreggiata: 27enne in gravissime condizioni

  • Carambola da paura nella notte: 7 i coinvolti, due feriti gravi

  • Auto in fiamme in A14, il conducente muore carbonizzato

  • Sms di addio agli amici, poi esce di casa per buttarsi dal Passetto: salvato dai carabinieri

Torna su
AnconaToday è in caricamento