rotate-mobile
Attualità

Ex Mutilatini, le parole del sindaco feriscono: «Ostilità incomprensibile, mai stata sinergia»

I rappresentanti di Portonovo per Tutti e Legambiente rispondono alla Mancinelli togliendosi qualche sassolino dalle scarpe

ANCONA- Gli “attacchi” del sindaco Valeria Mancinelli apparsi sulle pagine di cronaca locale sull’ex colonia di Mutilatini di Portonovo, che versa da tempo in stato degrado, non sono passati inosservati. Il primo cittadino ha parlato di perdita di tempo nell’aspettare le proposte delle associazioni, invocando l’intervento di imprenditori veri e non “dilettanti”. E la risposta da parte delle associazioni ambientaliste che seguono la vicenda non si è fatta attendere andando a toccare vari aspetti e togliendo qualche sassolino dalle scarpe:

«Siamo rimasti esterrefatti da questi attacchi – ha spiegato il presidente dell’A.P.S. Portonovo per Tutti (nella foto sotto una vecchia manifestazione, ndr), che riunisce varie sigle ambientaliste e non solo, Andrea Fantini – Probabilmente si vogliono coprire delle responsabilità, è lei che da più di sette anni non riesce ad affrontare seriamente la questione. Le manifestazioni di interesse che ci sono state non vengono da un gruppo di sprovveduti, nelle nostre proposte c’è stata la sinergia continua con i tecnici dell’Università Politecnica delle Marche, certificata già nel 2015. Per rendere l’idea, il 12 novembre del 2021 è arrivata una manifestazione d’interesse da parte del Consorzio La Baia, con tanto di firma mia e di Marcello Nicolini, in cui si ribadiva l’interesse di imprenditori seri, che sono quelli da lei invocati ignorando che si fossero quindi già presentati. Cito Guido Guidi giusto per citarne uno. Inoltre, per quanto lei dica il contrario, non escluderei a priori che possano essere utilizzati fondi del Pnrr. Se possono essere utilizzati per la Mole o per altri edifici non capisco perché non provarci almeno anche per Mutilatini. E’ una vergogna che quell’edificio sia in quello stato da tempo, i cittadini devono essere informati. Paradossalmente si è dimostrato molto più collaborativo l’ente Parco del Conero con il suo presidente Daniele Silvetti».

 No vendita Ex Mutilatini-2

Sull’argomento sono arrivate anche le parole di Vitaliano D’Addato, storico socio di Legambiente che ha partecipato a lungo ai lunghi dibattiti sul tema: «Quello di Mutilatini è un problema che si trascina da tempo. Ciò che avevamo presentato, insieme a tutto l’A.P.S. Portonovo per Tutti, era un progetto ambizioso, particolare che poteva abbracciare vari aspetti e che sarebbe costato poco più di un milione di euro. Non ci siamo mai spiegati, e non ci spieghiamo tuttora, questa incomprensibile ostilità da parte del sindaco, la sinergia tra le parti non è mai esistita. Al contrario la situazione si sarebbe conclusa positivamente da tempo. Sbagliatissimo non perseguire il progetto che avevamo presentato, se il sindaco Mancinelli ci fosse venuta dietro sarebbe nata una sinergia importante pubblico-privato e il caso Mutilatini sarebbe stato risolto. Sulle parole utilizzate c’è poco da dire, come sempre ci siamo rimasti molto male».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Mutilatini, le parole del sindaco feriscono: «Ostilità incomprensibile, mai stata sinergia»

AnconaToday è in caricamento