Misurare per crescere ed innovare, i musei italiani nelle nuove sfide digitali dopo Covid

Webinar in programma venerdì 10 luglio alle ore 10:30 organizzato dall’Università Politecnica delle Marche con il patrocinio di ICOM Italia

ANCONA - Per conoscere quello che avviene all’ interno di uno spazio è necessario sviluppare nuovi sistemi intelligenti e a basso costo in grado di analizzare il comportamento e le interazioni delle persone. Questo aspetto è decisivo per comprendere le reali performances di uno spazio, capire come le persone interagiscono con esso e poter progettare e ridisegnare un ambiente in funzione di come le persone lo utilizzano. È altrettanto importante conoscere quello che accade all’interno di uno spazio museale. Come cambierebbe un museo se fosse (ri)progettato in funzione dei dati? Che tipo di intuizioni possono essere rivelate ai professionisti del museo se venissero sfruttati i dati istituzionali e operativi in modo innovativo? Da queste domande nasce il webinar “Misurare per crescere ed innovare. I musei italiani nelle nuove sfide digitali dopo Covid”, in programma venerdì 10 luglio, alle ore 10:30, organizzato dall’Università Politecnica delle Marche con il patrocinio di ICOM Italia, il principale network italiano di musei e professionisti museali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negli ultimi anni, l'analisi dei dati è stata utilizzata nei musei per creare soluzioni a problemi di lunga data, come lo sviluppo di flussi di entrate sostenibili e l'attrazione di nuovo pubblico. Oggi infatti è possibile ottenere statistiche relative al panorama museale italiano grazie agli acquisti on-line, alla bigliettazione, ai social network e ad altri canali di comunicazione. Poco o nulla però conosciamo di quanto avviene negli spazi espositivi. Gli allestimenti, la disposizione delle opere, la gestione dei flussi e dei tempi di percorrenza possono essere progettati in base alle reali necessità dei visitatori, dopo aver raccolto le loro informazioni. Questa giornata di studi è volta a raccogliere esperienze, riflessioni, spunti di discussione e desiderata da parte dei diversi attori coinvolti nella complessa gestione del patrimonio museale italiano. Interverranno esponenti del mondo Accademico, le istituzioni museali e la componente imprenditoriale; verrà presentata una soluzione innovativa e sperimentale di monitoraggio automatico dei pubblici dei musei, attraverso l’analisi comportamentale del pubblico, la misurazione dei flussi e del gradimento dei visitatori, fino alla valutazione dell’interazione degli utenti con elementi l’esibizione museale stessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento