rotate-mobile
Attualità

Mura pericolanti, si bruciano le tappe: semaforo verde per gli interventi al Passetto e in periferia

Appaltati i lavori per 1,2 milioni. Via Thaon de Revel, via Pirandello e la zona di Palombina-Collemarino le prime interessate

ANCONA- Bruciare le tappe per evitare che il problema delle mura pericolanti individuate in centro e in periferia possano costituire ulteriori problemi. Il Comune di Ancona ha appaltato i lavori di manutenzione (ad aggiudicarseli per un valore di 1,2 milioni l’Impresa Costruzioni Pubbliche Porcinari di Montorio al Vomano con ribasso del 14,683%) per quel che concerne sette “mura di contenimento” che necessitano di intervento in tempi rapidi.

La prima opera riguarderà la balaustra di via Thaon de Revel, in zona Passetto, prima dell’incrocio con via Santa Margherita (380mila euro la spesa prevista). Poi si passerà a via Pirandello (230mila euro) nelle adiacenze della mensa universitaria e infine si procederà con la “murata” tra via Redi e via Panzini a Palombina-Collemarino (140mila euro). Questi tre interventi sono stati programmati per il primo anno. In futuro toccherà a Montesicuro, via Conca, la zona del Duomo e via Oddo di Biagio.

Da quel che si legge nella delibera, «deve essere garantito un adeguato livello di funzionalità per precludere il rischio di crollo e danni a terzi, oltre che alla salute dei cittadini», tant'è che «in alcuni muti sono presenti opere provvisionali di puntellamento perché hanno raggiunto una situazione di instabilità tale con pericolo di crollo». In sostanza il direttore dei lavori dovrà individuare l’infrastruttura e il tipo di intervento da svolgere nella circostanza specifica parametrandolo alle disponibilità economiche e le varie esigenze di manutenzione.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mura pericolanti, si bruciano le tappe: semaforo verde per gli interventi al Passetto e in periferia

AnconaToday è in caricamento