Un tavolo per la movida, Confartigianato: «Meno burocrazia per semplificare l'organizzazione di eventi»

Così Luca Casagrande, responsabile territoriale di Confartigianato riguardo la movida nel nostro territorio

foto di repertorio

«Apprezziamo molto l'intervento dell'amministrazione e la disponibilità a ragionare su temi della movida in spazi e contenitori dedicati, ma chiediamo che avvenga quanto prima». Così Luca Casagrande (foto in basso), responsabile territoriale di Confartigianato riguardo la movida nel nostro territorio.luca casagrande-2

La nostra disponibilità a ragionare in modo concreto sull’uso dei contenitori alla Baraccola o in altri luoghi deputati a fare intrattenimento è totale ma bisogna convocare un tavolo di lavoro quanto prima. Le aziende stanno chiudendoe  c’è sempre più difficoltà a fare impresa,non c’è altro tempo da perdere. Dobbiamo intervenire subito e farlo in modo convinto e definitivo per permettere non solo alla politica di dare delle risposte concrete ma per dare un servizio ai cittadini e alle imprese con  una linea guida chiara e definitiva. E soprattutto è fondamentale individuare location adeguate all’organizzazione di eventi anche per  semplificare la burocrazia  che oggi ne rende estremamente complessa l’organizzazione. Su questo fronte occorre intervenire tempestivamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento