Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

"La spiaggia dei Gabbiani", un road movie in barca a vela all'ombra del Conero: sarà alla Mostra di Venezia

"La spiaggia dei gabbiani", produzione Guasco, in proiezione alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia

ANCONA - Un gruppo di amici, ex compagni di scuola alla soglia dei trent'anni, si avventura in una vacanza in barca a vela alla ricerca di un paradiso perduto fatto di risate, leggerezza, sogni. Ma quell'atmosfera, dieci anni dopo la fine del liceo, sembra svanita. Gli amici si ritrovano a fare i conti con fallimenti, frustrazioni e relazioni irrisolte che, di fronte alla scoperta di un intruso a bordo, finiranno per esplodere e portare a galla verità sommerse. Una commedia brillante che racconta con ironia la fatidica soglia dei trent’anni. 

La storia, nata da un’idea di Fabrizio Saracinelli, produttore Guasco e appassionato velista, è stata sviluppata poi da Giulia Betti, senigalliese premiata al Mattador 2019, che ha firmato la sua terza sceneggiatura (Come niente, Terra bassa) insieme al regista, ed è stata diretta da Claudio Pauri, giovane promessa anconetana, formatosi al Liceo classico Rinaldini di Ancona e poi alla scuola Holden di Torino. Dopo gli studi ha esordito al cinema con vari cortometraggi e poi come co-sceneggiatore, co-regista del film Edoné - la sindrome di Eva (2021), distribuito nei cinema da Movieday e in tv da Sky Cielo. 

Ad accompagnare il viaggio la colonna sonora originale di Raffaele Petrucci, finalista Best song colonne sonore nel 2021 e 2022 al prestigioso Tenerife International Film Music Festival, FIMUCITÉ. Petrucci lavorerà insieme a cantanti del panorama pop tra cui il giovane artista Rumo con un sound elettroacustico dal sapore vintage anni ‘70/’80, ritmato e brillante come una sinfonia di colori, corale come l’opera stessa. 

La spiaggia dei gabbiani è dunque una storia divertente, un film corale, sui conflitti di  una generazione sospesa e in cerca di identità. Gli attori, selezionati tra circa mille candidature  in cinque mesi di casting, sono professionisti marchigiani e non. 
In ordine alfabetico: Veronica Baleani (nel cast de Il soldato senza nome di Claudio  Ripalti), Marco Brandizi (volto noto per Il paradiso delle signore, Rai uno), Gaia Di Leo ( siciliana  trapiantata a Milano dove lavora tra cinema e teatro), Giulia Eugeni (formatasi allo Stabile di  Genova, vive a Roma dove matura una lunghissima esperienza nel teatro) Giorgia Fiori (L’ombra  del giorno, di Giuseppe Piccioni e protagonista di Fillide di Anna Concetta Consarino e Jonathan  Soverchia, presentato alla Mostra del cinema di Venezia 2022 tra gli eventi di Fabrique du  Cinema), Diego Giangrasso (nel cast di La legge di Lidia Poet, diretto da Matteo Rovere e  prodotto da Groenlandia), Alessandra Penna (anconetana trapiantata a Milano, impegnata tra  teatro, cinema e spot, protagonista del corto Aria di Chiara Cingolani e Davide Como), Daniele  Vagnozzi (Frank Matano - Coinquilini del terzo tipo, Serie Web di FanPage.it, regia di M.  Martinez con F. Matano).  A interpretare la giovane figlia di una delle trentenni è Giulia Sara Salemi, nata a Milano,  protagonista della serie televisiva di successo Miracle Tunes nel 2018 trasmessa su Boing,  Cartoonito e Italia 1, e Tiktoker di grandissimo successo con circa 5 milioni di followers. Anche la troupe è under trenta, formatisi in parte nei corsi triennali e poi biennali di Cinema e regia dell’Accademia di Belle Arti e Design Poliarte, diretti dallo stesso Saracinelli. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La spiaggia dei Gabbiani", un road movie in barca a vela all'ombra del Conero: sarà alla Mostra di Venezia
AnconaToday è in caricamento