rotate-mobile
Attualità Passetto

Via le scritte dal Monumento, il sindaco tuona: «Chi sporca è uno sfigato»

Cancellare gli scarabocchi costa soldi e su Facebook il Primo cittadino dorico lancia un chiaro attacco ai vandali che per mesi hanno lasciato i loro ricordi sulle colonne dell'opera in pietra d'Istria

ANCONA - «Chi sporca e danneggia la città non è un furbo o un audace, è un poveretto, uno sfigato, uno che fa del male agli altri e a sé stesso». Sono le parole dirette e senza peli sulla lingua del sindaco Valeria Mancinelli che ieri sui social ha postato l'immagine degli operai al lavoro mentre ripuliscono il Monumento ai caduti imbrattato di scritte nere. 

Prosegue il Primo cittadino: «Anconambiente, ovvero il Comune di Ancona, ha ripulito per l'ennesima volta il monumento del Pessetto. Cancellare il brutto innanzitutto costa, tempo e denaro. Quello dei cittadini, perché si tratta di soldi pubblici. Servono un sacco di cose perché ciò non avvenga: le telecamere, i controlli della Polizia Locale e delle forze dell'ordine, le sanzioni quando li pizzichiamo (e capita) , i progetti educativi nelle scuole e le numerose attività  sportive, sociali e culturali rivolte ai giovani». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via le scritte dal Monumento, il sindaco tuona: «Chi sporca è uno sfigato»

AnconaToday è in caricamento