Attualità

Portonovo, Il Molo: «Non far prenotare il 25% degli ombrelloni è penalizzante»

Lo stabilimento della Baia sull’obbligo di non far prenotare il 25% degli ombrelloni nelle 24 ore antecedenti al giorno richiesto. Una misura per i turisti che tuttavia potrebbe scontentarli

Uno scorcio del lato "Molo" della baia di Portonovo

Nell’estate della ripartenza, quella in cui ci si augura che il Covid possa assumere i connotati di un brutto ricordo quasi superato, la baia di Portonovo va verso il sold out delle prenotazioni. Giada Bedinelli, volto storico dello stabilimento il Molo, ha raccontato la stretta attualità che si sta vivendo in questi giorni ponendo l’attenzione su un aspetto molto particolare:

«C’è una gran voglia di mare e d’estate e, personalmente, abbiamo già ricevuto tantissime prenotazioni. La gente continua a telefonare ma purtroppo non riusciamo sempre a garantire quanto ci viene richiesto perché non sappiamo con esattezza su quanti ombrelloni riusciremo a lavorare. C’è un aspetto che ci penalizza e che stiamo lavorando, in sinergia con altri colleghi, per cercare di fare attenuare. Mi riferisco al fatto che il 25% degli ombrelloni totali, nelle 24 ore antecedenti al giorno richiesto, non può essere fatto prenotare secondo il contratto del rinnovo concessioni. In questo modo siamo penalizzati, si rischia di andare a lavorare non avendo il quadro preciso degli ombrelloni a disposizione. Addirittura, in alcuni casi, si diceva che qualcuno alzasse il limite ad una settimana antecedente. Si dice che siamo alla presenza di una misura per i turisti ma, paradossalmente, i turisti finirebbero addirittura per essere scontentati in prima persona. Con un po’ di organizzazione si riuscirebbe a far tutto, vedremo cosa accadrà da qui in avanti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portonovo, Il Molo: «Non far prenotare il 25% degli ombrelloni è penalizzante»

AnconaToday è in caricamento