rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Miss Conero per rilanciare il settore moda: «Chiusure, ma ora trend positivo»

Il concorso di bellezza torna per quest'anno in un unica serata di gala. Tutti i dati del settore moda e non solo nelle Marche

Si era fermato all’edizione 2019 a causa della pandemia. Miss Conero, il concorso di bellezza organizzato da Ankongrafica, torna il prossimo 23 ottobre. Finale-evento al teatro delle Muse, dove sfileranno circa 30 modelle provenienti da diverse regioni del centro Italia. La madrina sarà l’attrice Hazel Morillo (House of Gucci). Appuntamento alle 21. L’occasione sarà anche quella di rilanciare l’artigianato di Ancona e provincia. Saranno diverse aziende del territorio infatti a vestire le ragazze con abiti di alta sartoria, ma nell’orbita di Miss Conero lavoreranno anche parrucchieri, truccatori oltre che alle maestranze dell’evento: «Torniamo a iniziative in presenza nei teatri con cui rilanciamo non solo il settore della moda, ma anche i comparti dell’artigianato in senso lato- ha spiegato Luca Casagrande, responsabile Comitato territoriale Confartigianato- è una ripartenza collettiva che trova spazio dentro un luogo storico di Ancona». «Quest’anno faremo tutto in un’unica serata, un gran galà, ma il prossimo anno c’è la volontà di tornare a un’edizione itinerante» ha spiegato Alessandro Nicoletti, titolare di Ankongrafica. 

Artigianato e moda: i dati

Marco Pierpaoli, segretario Confartigianato Ancona-Pesaro e Urbino, ha parlato dell’andamento del settore moda in privincia: «Nelle Marche in 10 anni hanno chiuso 14.502 imprese, di queste 8.338 sono artigiani e il settore che ha pagato maggiormente è quello della manifattura. Nelle nostre province sono 1.702 le imprese del settore moda (998 ditte individuali di cui 552 gestite da donne) e questo specifico settore, dopo anni in negativo durante i quali hanno chiuso 127 imprese, vede per la prima volta un trend positivo con quattro aperture in più». Rinnovata la collaborazione con l’associazione Patronesse del Salesi. «E’ stato un anno e mezzo piuttosto duro per le Marche in generale e per Ancona in particolare-  ha concluso Paolo Longhi, presidente comitato territoriale Confartigianato Ancona- è una città che vive di commercio e porto. Per quanto riguarda le nostre imprese, la loro capacità di resilienza le ha aiutate a venire fuori da una situazione molto complicata».

presentazione miss conero-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miss Conero per rilanciare il settore moda: «Chiusure, ma ora trend positivo»

AnconaToday è in caricamento