rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità

Il teatro e la famiglia, addio all’eterno ragazzo Marco Morico

Si è spento a 73 anni uno dei più grandi fautori locali della cultura e dello spettacolo. In passato fu nella segreteria del Governatore Massi

Lo ricordano sui social come riservato, ironico e soprattutto “eternamente giovane”. Marco Morico, uno dei più grandi fautori locali dello spettacolo e della cultura, si è spento a 73 anni a causa di un brutto male che lo aveva colpito mesi fa. Si è spento nell’affetto della moglie Antonella e della figlia Marta che ne hanno disposto la cremazione senza nessun rito funebre. Figlio di un commerciante d’abbigliamento, Morico era il terzogenito di tre fratelli (Nadia e Riccardo).

Nel suo passato, oltre ad aver fatto il volontario al fianco dei terremotati, si è fatto conoscere ed apprezzare per le sue qualità diplomatiche e di mediazione. A favore del Teatro l’impegno maggiore con risorse ed energie destinate e fatte convogliare verso la fondazione del Teatro Stabile delle Marche e nella riapertura del Teatro alle Cave nonché nella nascita del Centro Enriquez.

Per lui anche un impegno in Regione Marche dove, sotto il mandato del Governatore Emidio Massi, fece parte della segreteria alimentando anche lì varie iniziative a favore dello spettacolo e del territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il teatro e la famiglia, addio all’eterno ragazzo Marco Morico

AnconaToday è in caricamento