Attualità

Marche in zona arancione? Acquaroli cauto: «Non mi esprimo ma la situazione non è critica»

A parlare è il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, nel giorno in cui il ministro Speranza dovrebbe emanare una nuova ordinanza con un possibile cambio di colore per la nostra regione

Foto di repertorio

«La differenza è che nelle altre settimane la curva si spalmava in maniera omogenea su tutto il territorio regionale invece in questo caso c'è una concentrazione più alta su un territorio- continua-. Fascia arancione? Non mi esprimo mai perchè la cabina di regia ha oggettivamente i suoi metodi ed i suoi calcoli, ma, se guardo i numeri, l'indice Rt e gli altri parametri utilizzati nelle settimane precedenti, vedo una continuità rispetto alla settimana scorsa e a due settimane fa e quindi non vedo una situazione complessivamente difficile». A parlare è il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, nel giorno in cui il ministro Speranza dovrebbe emanare una nuova ordinanza con un possibile cambio di colore per la nostra regione.

Variante inglese in oltre il 50% dei casi 

Allo studio potrebbero esserci ulteriori restrizioni per i Comuni più coinvolti dalla crescita dei contagi in cui sono stati riscontrati numerosi casi di variante inglese. «C'e' un contrasto forte tra alcuni Comuni della provincia di Ancona ed il resto della regione- conclude Acquaroli-. Vedremo eventualmente con il nostro servizio Salute, il ministero della Salute e Iss se occorrerà intervenire nei confronti di questi Comuni. Continueremo a confrontarci con l'Iss per cercare di capire quelli che saranno eventualmente i provvedimenti che dovranno essere presi. Ma da qui a dire che ci 'aspettiamo di passare in arancione' non è esattamente così».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marche in zona arancione? Acquaroli cauto: «Non mi esprimo ma la situazione non è critica»

AnconaToday è in caricamento