rotate-mobile
Attualità

Cantieri, nei locali si entra ma non si parcheggia: «Ristorate quelle attività»

Botta e risposta in consiglio comunale tra Daniele Berardinelli (Forza Italia) e l'assessore ai lavori pubblici Paolo Manarini

ANCONA - Via XXIX Setembre, via Thaon de Revel e via della Loggia. Se nell’ultimo caso il cantiere ha già smantellato le proprie strutture, l’argomento per le altre due strade di Ancona è ancora lo stesso: i ristori per le attività commerciali penalizzate dai lavori. A sollevarlo è stato il consigliere Daniele Berardinelli (Forza Italia). Il punto della discordia in Consiglio comunale con l’assessore ai lavori pubblici Paolo Manarini riguarda il concetto di “pregiudizio” allo svolgimento dell’attività commerciale. 

Ristori

Manarini ha infatti spiegato che nel bilancio 2021 erano già stati previsti ristori, ma solo per le attività che a causa dei cantieri hanno avuto l’accesso impedito al proprio locale. Richiesta, ha spiegato l’assessore, presentata e accordata a un solo esercizio di via della Loggia. «Per tutti gli altri casi- ha ribadito Manarini- l’accesso è stato consentito tramite dei percorsi appositi e messi in sicurezza». 

Disagi

«Anche le attività aperte hanno avuto un pregiudizio, come ad esempio il Bar Sirena dove l’accesso c’è ma a causa dei lavori manca la possibilità di parcheggiare- ha replicato Berardinelli- stesso discorso per le attività di via XXIX settembre, dove i lavori si sono protratti per molto tempo. Chi va in un posto che non è raggiungibile con la macchina?». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri, nei locali si entra ma non si parcheggia: «Ristorate quelle attività»

AnconaToday è in caricamento