rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Attualità

Scuola materna, riscaldamenti via app: parte la ristrutturazione

Saranno rifatti il tetto, il locale mensa e i solai. I riscaldamenti saranno regolati anche con una app

La scuola materna di Falconara Alta sempre più sicura. Sono partiti i lavori di ristrutturazione per l’adeguamento sismico del plesso di via Andrea Costa, che prevedono anche la demolizione e la ricostruzione di una parte dell’edificio. I lavori, per un investimento complessivo di 860mila euro, comprendono poi interventi per migliorare l’efficienza energetica del plesso, il rifacimento di tutti gli impianti e la ristrutturazione del cortile. Al momento i 52 bambini iscritti alla scuola dell’infanzia, divisi in tre sezioni, nelle nuove aule della elementare Dante Alighieri, a pochi metri di distanza, dove resteranno fino al completamento dei lavori. Già da settembre potrebbero tornare la nella nuova scuola, dato che il cronoprogramma prevede il completamento dell’intervento entro l’estate.
«Il progetto è frutto di un confronto con le insegnanti, che conoscono bene le problematiche dell’edificio e hanno illustrato le loro esigenze – dice l’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi –. La scuola è sempre stata una priorità per l’amministrazione, che è impegnata su più fronti per garantire agli studenti ambienti scolastici sicuri e adeguati alle loro necessità».
Nel dettaglio il progetto della materna di Falconara Alta, edificio che si sviluppa su due piani realizzato all’inizio del Novecento, prevede la demolizione e la ricostruzione del locale aggiunto al piano terra addossato alla facciata. Tale locale, costruito in epoca successiva rispetto al corpo centrale,  ha finora ospitato la mensa, ma sarà convertito ad aula scolastica. Questo permetterà, come richiesto dalle stesse insegnanti, di mantenere su un unico livello le aule destinate alle tre sezioni della scuola (attualmente divise tra i due livelli), mentre i locali presenti al primo piano saranno destinati a palestra e a mensa. Il nuovo manufatto sarà realizzato sul retro dell’edificio principale, in modo da ripristinare la facciata storica e liberare il cortile affacciato su via Costa.
Nell’edificio più antico sarà rifatto completamente il tetto: quello attuale in legno sarà sostituito con uno nuovo in legno e acciaio. Saranno inoltre rinforzati i solai e saranno chiuse alcune delle aperture realizzate nel corso degli anni lungo le pareti interne ed esterne, in modo da renderle più stabili.

E’ inoltre prevista la coibentazione del tetto, l’isolamento termico delle pareti e il rifacimento degli impianti idrico, elettrico e di riscaldamento: questo sarà dotato di sensori per regolare la temperatura interna, che potrà essere controllata anche da remoto tramite una App.
Sarà riprogettato il cortile-giardino utilizzando l’area lasciata libera dall’ex locale mensa e sarà ricostruito il muretto di recinzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola materna, riscaldamenti via app: parte la ristrutturazione

AnconaToday è in caricamento