Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità Cupramontana

Inaugurato il teatro Concordia, sindaco Cerioni: «Per anni nei programmi amministrativi, sfida vinta»

Dopo la cerimonia inaugurale con il taglio del nastro, la visita al teatro e l’apertura della mostra storica “Il teatro a Cupramontana”

Inaugurato il Teatro Concordia di Cupramontana. Taglio del nastro e sipario alzato nella giornata inaugurale di sabato 7 agosto. «Il Teatro Concordia è un’opera che è stata voluta da un’intera comunità. La comunità cuprense vedeva sempre il vecchio cinema teatro chiuso e sempre ha pensato di vederlo riaperto. L’ambizione è stata quella di realizzare e completare un’opera polivalente che possa offrire la più aggiornata tecnologia, la migliore funzionalità nella distribuzione degli spazi e la migliore resa nelle rappresentazioni. La decisione di realizzare un nuovo teatro nasce dall’idea condivisa di puntare in alto - le parole del sindaco di Cupramontana Luigi Cerioni durante l’inaugurazione del teatro Concordia - Per decenni nei programmi delle amministrazioni che si sono succedute era previsto un intervento per il teatro e all’Amministrazione guidata dal Sindaco Fabio Fazi va il riconoscimento e il ringraziamento per aver compiuto il primo passo acquistando l’esistente intero immobile. Noi oggi vediamo l’opera ultimata in tutte le sue parti. Un’opera importante, un’opera complessa, realizzata e ultimata in tempi di crisi economica ed oggi anche in tempi di emergenza sanitaria. È stata una grande sfida vinta. Dobbiamo ringraziare tutti i progettisti e tutte le imprese coinvolte, dobbiamo un ringraziamento a tutta la struttura comunale, dall’ufficio tecnico, agli operai comunali, ai vigili, a tutti gli uffici amministrativi. Questo progetto vede fin dall’inizio coinvolti interlocutori che operano nel nostro territorio, Comuni, Fondazioni, Gal, Regione, interlocutori privati, associazioni. Dobbiamo tutto questo anche ad interlocutori che lavorano nel mondo del teatro e con cui ci siamo rapportati in questi anni. La comunità cuprense, insieme a tutti loro, ha oggi uno straordinario strumento di crescita culturale civile ed economica; non dubito sulla sua capacità di cogliere questa opportunità. Cupramontana non ha mai dimenticato le sue radici, la sua identità e il suo teatro; oggi è come avesse ritrovato una persona cara. Oggi possiamo dirci può forti e possiamo guardare con maggior fiducia al nostro futuro».

Il teatro Concordia è in Viale della Vittoria n.25 e la scelta di ricostruirlo lì dov’era e così com’era va nella direzione di restituire un grande valore alla comunità mantenendo una sorta di continuità visiva e affettiva. È per questo che per realizzare il progetto del nuovo teatro è stato ripreso il disegno originale. La scelta del nome “Concordia” completa questo percorso: Concordia era il nome della prima struttura teatrale del 1792 sita nel centro storico del paese. La storia della vita culturale e teatrale di Cupramontana è protagonista della mostra “Il teatro a Cupramontana” curata dall’Archeoclub, allestita nei locali del Concordia. Dopo la cerimonia inaugurale con il taglio del nastro, la visita al teatro e l’apertura della mostra storica “Il teatro a Cupramontana” a cura dell’Archeoclub, si è alzato per la prima volta il sipario per il primo spettacolo e il primo applauso in sala, con la Time Machine Ensamble in “Sandtrack”, a cura della Fondazione Pergolesi Spontini.

Nella cerimonia del taglio del nastro sono emerse emozioni ed entusiasmo. Sono intervenuti, oltre al sindaco Luigi Cerioni, anche Marco Ferrazzani dell’Archeoclub, il prof. Dennis Luigi Censi presidente della Fondazione Carifac (Cassa di Risparmio Fabriano e Cupramontana), Lucia Chiatti direttore generale della Fondazione Pergolesi Spontini, Andrea Moncada per Astralmusic e Accaddemia Erard di cui è segretario artistico, Francesca Merloni Ambasciatrice Unesco per le città creative, Chiara Biondi consigliera regionale che ha portato il saluto dell’assessore regionale alla cultura Giorgia Latini. È inoltre stata data lettura delle lettere pervenute dagli europarlamentari Massimiliano Smeriglio, Salvatore De Meo e Fabio Massimo Cataldo Vice presidente del Parlamento Europeo. Prima della benedizione del parroco di Cupramontana, Don Giovanni Rossi, spazio musicale a cura della banda musicale N. Bonanni diretta dal Maestro Giovanni Pellegrini e del coro In…Canto con la direttrice Marusca Montalbini. Supporto importante alla giornata è stato dato dalla Protezione civile, Croce Verde, Carabinieri in congedo e Auser. Dopo la cerimonia inaugurale con il taglio del nastro, la visita al teatro e l’apertura della mostra storica “Il teatro a Cupramontana” a cura dell’Archeoclub, si è alzato per la prima volta il sipario per il primo spettacolo e il primo applauso in sala, con la Time Machine Ensamble in “Sandtrack”, a cura della Fondazione Pergolesi Spontini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato il teatro Concordia, sindaco Cerioni: «Per anni nei programmi amministrativi, sfida vinta»

AnconaToday è in caricamento