rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Attualità Osimo

Lotta ai rincari: arrivano gli aiuti alle società impegnate nella gestione degli impianti

Gestioni allungate e fondi per le bollette. La Giunta dà l’ok alla delibera per 17 strutture. In arrivo altri 150mila euro

OSIMO- Un piano preciso per far fronte ai rincari e sostenere le società che gestiscono impianti sportivi. La Giunta comunale di Osimo ha approvato una delibera con la quale si posticipano le scadenze delle convenzioni di gestione. Anziché rinnovarle annualmente, la giunta, sfruttando la legge nazionale sulle pesanti conseguenze del biennio di pandemia sullo sport, ha prorogato le scadenze da settembre 2022 a settembre 2025.

Saranno diciassette gli impianti sportivi coinvolti da questo provvedimento. Per il Comune si tratta di una manovra da oltre mezzo milione, visto che ogni anno corrisponde alle associazioni 174.046 euro a fronte di un canone annuale incassato dalle stesse di appena 12.715 euro. Gli impianti che avranno gestione triennale sono il campo da calcetto di Campocavallo con area verde attrezzata gestiti dall'Asd Campocavallo (corrispettivo annuo di 15.793 euro e canone di 290 euro), centro sportivo Montetorto gestito dalla Asd Casenuove (corrispettivo di 7.190 euro e canone di 1.591), bocciodromo in gestione al Circolo Bocciofila Sacra Famiglia (corrispettivo di 11.048 euro e canone di 530), campo di tiro con l'arco gestito da Asd Arcieri 5 Torri (corrispettivo di 3.657 euro e canone di 133), il campetto di Villa in gestione alla Asd Villa (corrispettivo annuo di 1.809 euro e canone di 133), l'impianto da tennis della Vescovara gestito da Junior Tennis (corrispettivo di 8.150 euro e canone di 1.061 euro), il lago di pesca sportiva della Vescovara gestito dalla Asd Osimo Pesca Sportiva (previsto solo il canone di 500 euro), il palaBellini gestito dalla Volley Libertas Osimo (corrispettivo di 954 euro e canone di 1.061 euro), il geodetico Rocchini gestito dal Centro Minibasket Robur Osimo (corrispettivo di 954 euro e canone di 1.061), l'area ricreativa di San Paterniano in gestione all'associazione Insieme per San Paterniano (corrispettivo di 1.000 euro), lo stadio Diana inglobato in un'unica convenzione con i campi sportivi Santilli e San Carlo in gestione all'Osimana (corrispettivo di 69.540 euro e canone di 1.590 euro), l'impianto di atletica della Vescovara in gestione all'Amatori Osimo (corrispettivo di 28.350 euro e canone di 2.643), i campi da calcio di Passatempo e Padiglione gestiti dalla Passatempese (corrispettivo di 19.600 euro a fronte di un canone di 1.060).

Inoltre, per fronteggiare il rincaro di acqua luce e gas, approvati ieri sera in consiglio comunale 150mila euro di contributi. Saranno elargiti in base alla documentazione che le associazioni fornirà al Comune attestante gli aumenti delle bollette nel 2022 rispetto al 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta ai rincari: arrivano gli aiuti alle società impegnate nella gestione degli impianti

AnconaToday è in caricamento