rotate-mobile
Attualità

Hub Paolinelli, altro sold out: i non prenotati riescono a vaccinarsi

Nonostante l’obbligo di registrazione, anche i non prenotati sono riusciti a vaccinarsi. La Protezione Civile impegnata nel mantenere l’ordine

Ennesima corsa al vaccino nell’Hub del Paolinelli. Al ritmo spedito di circa 1200 dosi giornaliere, sono in tantissimi che in previsione del 10 gennaio (quando il Super green pass riservato a vaccinati o guariti dal Covid) stanno accelerando per vaccinarsi. Tante terze dosi ma anche prime a testimonianza di un cambio di rotta in vista delle restrizioni per i non vaccinati.

Nonostante l’obbligo di prenotazione, anche chi non è registrato (collocandosi in una fila a destra) riesce seppur a fatica a vaccinarsi. In questi giorni, soprattutto tra le 12.30 e le 13.00 e tra le 18.30 e le 19.00, sono state somministrate dosi anche a chi non era prenotato. A controllare sulle file, per scongiurare momenti di tensione, i volontari della Protezione Civile. A livello di viabilità, invece, le macchine una volta riempito il parcheggio del Paolinelli (sul cui sintetico, di pomeriggio, si allena anche l’Ancona Matelica) sono state fatte parcheggiare nella zona adiacente della Figc Marche.

«Confermo che in qualche fascia oraria, vicina alle due chiusure quindi 12.30 e 18.30, stiamo cercando di far vaccinare anche i non prenotati per un discorso di buonsenso – ha spiegato l’assessore Stefano Foresi – Ovviamente non nelle ore principali anche per non penalizzare chi è prenotato. C’è letteralmente una corsa al vaccino in questi giorni, tanta gente che telefona per cercare di anticipare la terza dose. L’elemento principale è il lavoro Asur-Regione-Comune, anche per lo screening del 6 gennaio al Palarossini riservato alle scuole. Andiamo di pari passo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hub Paolinelli, altro sold out: i non prenotati riescono a vaccinarsi

AnconaToday è in caricamento