Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

Vengono dal nord Europa, molti in auto: gli hotel riabbracciano i clienti stranieri

In riviera si rivedono anche i gruppi. Il punto sulle prenotazioni primaverili con tre operatori del settore

ANCONA - Il turista straniero che soggiorna in albergo in questo scorcio di primavera arriva dal Nord Europa e, sorpresa, non disdegna muoversi in auto piuttosto che in aereo nonostante il caro carburante. Prenota poco prima dell’effettivo soggiorno scegliendo la cosiddetta opzione “sotto data”. E’ il trend rilevato da Guido Guidi, presidente della The Begin Hotels e titolare del Seeport di Ancona oltre che del Seebay Hotel di Portonovo. Da oltreoceano? Poche richieste, almeno per questa Pasqua e ponti primaverili. «In questo periodo il mercato degli stranieri non è quello principale, specialmente quelli di lungo raggio che provengono dal Nord America- spiega Guidi- non confidiamo nel loro ritorno sia per gli effetti pandemici che per la guerra. In percentuale aumenta però il turismo nordeuropeo, con gente che sceglie di scendere anche in automobile, e c'è anche un turismo di passaggio verso la Grecia». 

Sulla stessa linea Paolo Tiengo, direttore del Grand Hotel Palace Ancona. «Una buona incidenza prospettica della clientela deriva dal bacino nazionale, qualche difficoltà in più l’abbiamo con gli extraeuropei. Si riaffacciano Svizzeri, Spagnoli, Francesi. Americani? Qualche puntino su un foglio bianco». 

In riviera la nota lieta è il ritorno dei gruppi. Lo spiega Anna Maria Ciccarelli, presidente dell’Associazione albergatori riviera del Conero. C’è però da fare i conti con il caro bollette: «Piccoli ritocchi al cliente dobbiamo chiederli, per far fronte ai costi maggiorati dell’energia e della lavanderia. I prodotti alimentari no, su quello cerchiamo ancora di tenere tutto sotto controllo».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vengono dal nord Europa, molti in auto: gli hotel riabbracciano i clienti stranieri
AnconaToday è in caricamento