rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Attualità Fabriano

Sanità, l'Hospice di Fabriano torna al suo posto. Saltamartini: «Atto dovuto per chi soffre e per famiglie»

Nei primi giorni di luglio il reparto Hospice aveva visto lo spostamento dei pazienti nell’Unità di Medicina, a causa della carenza di personale infermieristico, scatenando la reazione dei familiari

FABRIANO - «L’Hospice di Fabriano dal 1 settembre tornerà nella sua sede ordinaria»: lo annuncia l’Assessore alla Sanità Filippo Saltamartini. Nei primi giorni di luglio il reparto Hospice aveva visto lo spostamento dei pazienti nell’Unità di Medicina, a causa della carenza di personale infermieristico, scatenando la reazione dei familiari. La decisione era stata assunta per utilizzare il personale dell’Hospice nella struttura ospedaliera per garantire le ferie, a rotazione, ai dipendenti.

Una scelta dalla quale l’Assessore aveva preso le distanze rispondendo ad una interrogazione in consiglio regionale, vista l’importanza della struttura e la delicatezza del suo ruolo. L’Hospice è destinato ad accogliere pazienti, prevalentemente oncologici, che hanno bisogno di un trattamento che non può essere gestito a domicilio, ma che non hanno necessità di un ricovero ospedaliero “per acuti”, perché richiedono una bassa intensità di intervento medico, ma, contemporaneamente, alta assistenza infermieristica. Gli 8 posti letto destinati alle cure palliative, momentaneamente trasferiti, dunque dal 1 settembre torneranno nella loro collocazione originaria.

«Si tratta di un atto dovuto alle persone che soffrono e alle loro famiglie- conclude Saltamartini – l’Hospice di Fabriano è una eccellenza, pur trovandosi all’interno dell’ospedale è una struttura territoriale dove i pazienti vivono come se fossero tra
mura domestiche, con dignità e circondati dall’affetto dei loro cari».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, l'Hospice di Fabriano torna al suo posto. Saltamartini: «Atto dovuto per chi soffre e per famiglie»

AnconaToday è in caricamento