Attualità

«Anoressica e fissata»: sui social messaggi choc a Ilaria Masi

Diciannove anni fa è andata sotto i ferri per una complessa operazione al cuore. Oggi si allena con costanza ed impegno per superare i suoi limiti. Nonostante tutte le difficoltà ha ricevuto messaggi d'odio da conoscenti che lei stessa ha dovuto bloccare

Ilaria Masi in palestra

Ilaria, 31enne anconetana, si allena da anni con costanza e impegno. Le piace andare in palestra per curare il corpo, certo, ma lo fa soprattutto per mettere alla prova l'organo più delicato che ha, il cuore, lo stesso che da quando era piccolissima l'ha tenuta appesa alla vita per un filo sottile. A pochi mesi ha scoperto, infatti, di essere affetta dalla Tetralogia di Fallot, una malformazione congenita che richiedeva la sostituzione la valvola cuore-polmone. Il 1 luglio del 2002 ha subìto la delicata operazione, la seconda della sua vita. «Quest'anno - afferma Ilaria - è il 19esimo anniversario da quel giorno in sala operatoria. Anche se questo tipo di cardiopatie vanno corrette ogni 10-12 anni, io sono andata ben oltre le aspettative. Ovviamente vivo con una spada di Damocle sopra la testa, ma la palestra e l'allenamento mi hanno salvato la vita». E' fiera dei suoi risultati, oggi sta bene e si vuole bene. Ma le brutte sorprese possono arrivare anche nei momenti più belli e spensierati. E così Ilaria un giorno, postando una foto sui social mentre era in bikini al mare, si è vista arrivare alcuni messaggi privati con scritte frasi del tipo «sei anoressica», «predichi tanto, in realtà sei solo una fissata» e altre parole odiose di questo tipo. «Certo, ho perso parecchi chili - spiega Ilaria - ma non di certo non sono fissata e tanto meno anoressica. Mi piace curare il mio aspetto fisico ma, soprattutto, tengo alla mia salute e al mio cuore. Perchè se oggi sono qui è solo perché sono determinata a stare bene e mi impegno per migliorare ogni giorno. Queste parole mi hanno ferito a tal punto che ho deciso di cancellare tutte quelle frasi d'odio che mi erano arrivate». Alla domanda se fosse intenzionata a denunciare i suoi hater risponde di no: «Non ho mai risposto e non voglio saperne più nulla. Credo che il fatto di mostrarmi serena e a mio agio possa dare fastidio a certe persone. Dunque non darò loro alcuna soddisfazione. Io continuo per la mia strada a testa alta.Alcune di queste persone le conosco e le ho anche incontrate di persone, altri invece sono solo conoscenze virtuali. Io comunque ho bloccato tutti questi soggetti». 

Per lei l'allenamento è una sfida con se stessa, per questo durante il lockdown, con la chiusura delle palestre, ha passato un brutto momento: «Fare esercizi in casa - prosegue la Masi - non è la stessa cosa. Non c'è quella routine che si crea in una sala. E poi doversene stare tutto il giorno in casa senza poter sforzare il cuore come volevo io è stato bruttissimo». Quella di Ilaria è una storia piastrellata di difficoltà che però ha saputo affrontare senza paura, guardando al futuro con ottimismo e determinazione. Oggi collabora con il famoso ballerino malato di sclerosi multipla Ivan Cottini e tra i suoi piani, poi, c'è quello più ambizioso: «Sto scrivendo un libro sulla mia vita - dice - dopo la morte del mio migliore amico ho deciso di voler raccontare tutto il mio vissuto senza filtri. Avevo iniziato dieci anni fa ma poi avevo lasciato perdere. Ora voglio portare a termine quello che avevo iniziato per dare speranza a chi come me si trova a dover affrontare grandi difficoltà. I limiti sono dentro di noi e se vogliamo possare fare davvero tutto, superando anche le invidie e le cattiverie più becere». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Anoressica e fissata»: sui social messaggi choc a Ilaria Masi

AnconaToday è in caricamento