Martedì, 16 Luglio 2024
Attualità

"Mare e laghi sicuri 2024", la Guardia Costiera di Ancona mobilita 400 donne e uomini oltre a decine di mezzi

Per l’estate 2024, la Direzione Marittima di Ancona, sotto la guida dell’Ammiraglio Ispettore Vincenzo Vitale, mobiliterà circa 400 donne e uomini, supportati da 17 motovedette e altri mezzi navali, per garantire la sicurezza e la legalità delle attività balneari e nautiche lungo il litorale delle Marche

ANCONA - Il 15 giugno 2024, la Guardia Costiera inaugurerà l’operazione estiva “Mare e Laghi Sicuri 2024”, proseguendo una tradizione di oltre 30 anni a supporto di bagnanti, diportisti e subacquei lungo le coste, i mari e i laghi italiani. Quest’anno, l’iniziativa assume una nuova denominazione per sottolineare l’impegno della Guardia Costiera non solo nelle aree marine ma anche nei contesti lacustri, con l'aggiunta di un presidio sul Lago di Como, che si affianca a quelli già esistenti sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore.

Impegno Operativo e Obiettivi dell’Operazione

Per l’estate 2024, la Direzione Marittima di Ancona, sotto la guida dell’Ammiraglio Ispettore Vincenzo Vitale, mobiliterà circa 400 donne e uomini, supportati da 17 motovedette e altri mezzi navali, per garantire la sicurezza e la legalità delle attività balneari e nautiche lungo il litorale delle Marche. L’obiettivo principale è il coordinamento delle emergenze in mare, con l’impiego di dispositivi di soccorso e la collaborazione con altre istituzioni per garantire un’ordinata e sicura fruizione delle acque e delle spiagge.

Promozione della Cultura del Mare e della Sicurezza Ambientale

L’operazione si prefigge anche di promuovere la “cultura del mare” e la tutela dell’ecosistema marino. Si punta a diffondere un maggiore senso di responsabilità e sicurezza tra i turisti, incoraggiando comportamenti rispettosi dell’ambiente e della biodiversità. Questa iniziativa mira a garantire che le vacanze siano vissute in serenità e sicurezza, con una particolare attenzione alla protezione delle aree riservate alla balneazione e al rispetto delle norme di sicurezza per subacquei e diportisti.

Presenza e Controllo sul Territorio

I comandi territoriali della Direzione Marittima delle Marche dispiegheranno pattuglie sia a terra che in mare, con un impiego giornaliero di 20 militari a bordo delle unità navali e altrettanti in servizio presso le Sale Operative, oltre a 15 unità dedicate al pattugliamento del litorale regionale. Questi sforzi mirano a garantire il sicuro svolgimento delle attività ludico-ricreative e commerciali, come balneazione, immersioni subacquee, surf, windsurf e kitesurf, e a prevenire comportamenti illeciti. L’operazione si avvale della collaborazione con le amministrazioni comunali rivierasche per migliorare la sicurezza delle spiagge libere, implementare la segnaletica di avvertimento e garantire un adeguato servizio di assistenza bagnanti. Particolare attenzione sarà rivolta alla sicurezza della navigazione, con controlli sulle dotazioni di bordo e sulle certificazioni di sicurezza delle unità da diporto, e alla tutela dell’ambiente marino costiero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mare e laghi sicuri 2024", la Guardia Costiera di Ancona mobilita 400 donne e uomini oltre a decine di mezzi
AnconaToday è in caricamento