Attualità

Green Pass e teatro, assessore Latini: «Se non si aumentano le capienze non ha senso»

L'assessore alla cultura è intervenuta alla presentazione del Premio nazionale Franco Enriquez 2021 - Città di Sirolo. Una kermesse per ricordare il grande regista di fama internazionale

Assessore Latini, consiglieri Bilò e Ciccioli e presidente del premio Enriquez Larici

«Va bene il green pass nei teatri e più in generale nei luoghi della cultura, ma solo se viene messo in relazione con l'aumento delle capienze. Dunque non più solo capacità al 50 percento ma, con il green pass, si può arrivare al 100 percento. Altrimenti il lascia passare non ha senso. I teatri sono luoghi sicuri lo sappiamo già, mettiamoli in condizione di lavorare a pieno regime». Questa la posizione dell'assessore alla cultura Giorgia Latini che questa mattina, presso la sala dell'agricoltura in Regione, era presente alla conferenza stampa sulla 17esima edizione del Premio nazionale Franco Enriquez.

Teatro, arte e impegno civile 

Con l'assessore Latini erano presenti Paolo Larici, presidente e direttore artistico del Centro studi Franco Enriquez, i consiglieri regionali Mirko Bilò e Carlo Ciccioli. Collegato da remoto Michele Pecora, cantautore, in qualità di premiato e artista marchigiano e Alvin Crescini storico presentatore del premio e sostenitore dell’iniziativa. Tutti insieme per presentare una kermesse ricca di appuntamenti teatrali nel tanto piccolo quanto affascinante teatro Cortesi di Sirolo. Enriquez, nato a Firenze nel 1927 e morto ad Ancona nel 1980, è stato uno dei protagonisti della scena culturale italiana dagli anni Cinquanta ai Settanta. Inizia la sua carriera giovanissimo e nel 1961 fonda insieme a Valeria Moriconi, con la quale stringe un lungo sodalizio artistico e sentimentale, Glauco Mauri e Mario Scaccia, a cui subentrerà non molto tempo dopo lo scenografo Lele Luzzati, la Compagnia dei Quattro. L’intento era quello di realizzare spettacoli di alto livello proponendo un repertorio variegato che va dai classici agli autori contemporanei sia italiani che stranieri di cui alcuni mai o poco rappresentati in Italia.

A proposto della figura del regista c'è grande attesa, infatti, per la mostra permanente al teatro Cortesi di Sirolo dal titolo "Arte e natura nel nome di Enriquez" che si apre il 1 agosto (dalle 18 alle 23) fino al 30 agosto. «Irruente, generoso, trascinatore - lo ricorda Larici - Lavoratore instancabile, ingegnoso progettista, artista eclettico, fantasioso artigiano. Queste le doti che possiamo riconoscere a Franco Enriquez, che gli attribuivano tutti coloro che con lui  lavorarono nelle lunghe giornate e nelle affascinanti notti in cui nasceva l'evento teatrale. Ha lasciato il teatro improvvisamente, quarantuno anni fa, a soli 52 anni». «Le cose importanti sono quelle che durano nel tempo - ha dichiarato Ciccioli - Questo premio è nato nel 2005 e da allora la memoria di questo grande personaggio è stata sempre viva e forte. La passione e il sacrificio pagano sempre e se questo premio è passato attraverso amministrazioni politiche diverse significa che ha un valore forte e profondo per la comunità. La cultura è stata mortificata dal Covid ma si può ripartire e farlo proprio dai teatri come quello del Cortesi o il teatro Delle Cave può essere un modo concreto per spingere sull'attrazione di nuovo pubblico». A proposito del lungo stop della cultura, l'assessore Latini aggiunge in conferenza: «La relazione umana si esprime attraverso la cultura, è stato un periodo di lungo isolamento ma questo premio è il segnale che le cose possono ripartire e che possiamo tornare ad emozionarci nei teatri».

Gli spettacoli 

Tra le figure premiate c'è anche la mitica ballerina scomparsa recentemente, Carla Fracci mentre il sipario si alza ufficilamente il 5 agosto ale 21.30 al teatro Cortesi con lo spettacolo Binario 7. Si prosegue il 9 agosto al parco della repubblica di Sirolo con il concerto di Massimo Bubola, il 20 agosto al teatro Cortesi al via Rapsodia 900, il 23 agosto grandi emozioni con Bacbeth, il 29 agosto in scena Giovanni Nuti. Chiusura della kermesse il 30 agosto con il premio nazionale Franco Enriquez 2021. L'ingresso posto unico ha il prezzo di 15/20 euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Pass e teatro, assessore Latini: «Se non si aumentano le capienze non ha senso»

AnconaToday è in caricamento