Attualità

Green pass per mezzi pubblici e locali, per Sileri è la scelta giusta

Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, riferendosi alla decisione di Emmanuel Macron sull'obbligatorietà del green pass per andare su treni e aerei, al ristorante, ad eventi con molte persone

«Fare subito come ha fatto la Francia, è sicuramente una scelta giusta. Dovremmo farlo anche in Italia, io a Speranza l'ho detto tante volte». Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, riferendosi alla decisione di Emmanuel Macron sull'obbligatorietà del green pass per andare su treni e aerei, al ristorante, ad eventi con molte persone. Dunque, per Sileri bisogna applicare "sul serio" il Green pass, per ci saranno grandi vantaggi per chi ha ricevuto il vaccino, mentre chi sceglierà di non farlo, non potrà che vedere ridotta la propria libertà. Ad esempio si parla di abolire la quarantena per chi ha ricevuto due dosi, rivedendo i parametri nel giro di una o due settimane e così l’Italia guarda alla Francia, fa sul serio e pensa di seguire il suo esempio. «Pensiamo alle discoteche - riflette Sileri - se concedessimo ai locali di aprire per i clienti con il Green pass, avremmo la corsa di chi ha tra i 18 e i 40 anni a vaccinarsi perché il Green pass oggi è un mezzo per non tornare indietro quando i contagi saranno più elevati».

Una cosa raggelate per Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia, che su Twitter scrive: «L'idea di utilizzare il green pass per poter partecipare alla vita sociale è raggelante, è l'ultimo passo verso la realizzazione di una società orwelliana. Una follia anticostituzionale che Fratelli d'Italia respinge con forza. Per noi la libertà individuale è sacra e inviolabile». Salvini taglia corto: «Vaccino, tampone o Green pass per entrare in bar e ristoranti? Non scherziamo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass per mezzi pubblici e locali, per Sileri è la scelta giusta

AnconaToday è in caricamento