Attualità

Il Green Pass potrebbe essere prolungato fino a 12 mesi: ecco le novità da settembre

Il prolungamento della validità è più di un'ipotesi e potrebbe diventare ufficiale nelle prossime settimane. Intanto, dal primo settembre la certificazione verde sarà obbligatoria per viaggiare su treni, aerei e navi, ad eccezione del trasporto locale

Da 9 a 12 mesi: potrebbe cambiare in questo modo la durata della validità del Green pass. L'ipotesi sempre più concreta dovrebbe diventare operativa da metà settembre, quando è previsto via libera definitivo al prolungamento. Il tema è da giorni sul tavolo del ministero che ha già fatto richiesta formale al Cts. Il comitato di esperti dovrebbe esprimersi a giorni ma tutto lascia pensare che si arrivi ad un prolungamento dei termini di scadenza, l'ipotesi è 12 mesi, anche in vista della terza dose del vaccino. Il prolungamento risponde anche alle richieste dei medici che prospettavano nei prossimi mesi la possibilità che molti colleghi, vaccinati ad inizio anno, si potessero trovare scoperti.

Il 6 settembre inizierà in Parlamento la discussione per la conversione in legge del decreto sul Green pass e se arriverà il via libera del Cts potrebbe esserci il prolungamento della durata del certificato. A favore della durata di un anno si è espresso anche Franco Locatelli, coordinatore del Comitato tecnico scientifico, pediatra ed ematologo del Bambino Gesù, intervistato dal Corriere della Sera: "L'ipotesi di estensione a 12 mesi del Green pass è più che ragionevole anche alla luce della progressiva acquisizione d'informazioni sulla durata della risposta vaccinale". 

Green pass e durata di 12 mesi: cosa dicono i medici

"Farebbe bene il governo a portare subito la validità del green pass a 12 mesi. E poi decidere, successivamente, valutando l'evoluzione e le conoscenze scientifiche, come procedere per tutti". A dirlo il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo), Filippo Anelli, in merito alla prossima scadenza del certificato verde per gli operatori sanitari, primi ad essere stati immunizzati con il vaccino covid. "Non c'è necessità di creare percorsi differenti, al momento, per i medici e gli operatori sanitari, basta il prolungamento generale a un anno per la validità", aggiunge Anelli.

"La durata del Green pass - rincara Anelli - dovrebbe essere permanente visto che, ad oggi non ci sono dimostrazioni del fatto che il vaccino non funzioni nel tempo. Rendere la validità periodica, definendo una data di scadenza, rappresenta un atteggiamento di prudenza del Governo, che può essere comprensibile e accettabile, ma comunque risponde più a ragioni organizzative che a motivazioni legate alla validità effettiva del vaccino", conclude Anelli.

"Non possiamo trovarci di fronte all'assurdo di medici e operatori sanitari che si troveranno a breve con il Green pass scaduto", l'appello lanciato da Carlo Palermo, segretario nazionale Anaao-Assomed, il sindacato dei medici del Servizio sanitario nazionale. Il Green pass è "un documento molto importante la cui valenza dovrebbe essere ancor più stringente anche per indurre gli incerti a vaccinarsi - ricorda Palermo - I primi medici vaccinati vedranno scadere il certificato a ottobre, per questo il Governo dovrebbe intervenire e portare la scadenza dai 9 mesi attuali almeno a 12 in attesa di novità dalla scienza sulla durata dell'immunità vaccinale". Sono "700 mila gli addetti della sanità pubblica, ma si arriva a 2 mln per l'intero settore", precisa il segretario "occorre quindi che si prenda una decisione chiara per evitare che si creino problemi".

CONTINUA A LEGGERE SU TODAY.IT

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Green Pass potrebbe essere prolungato fino a 12 mesi: ecco le novità da settembre

AnconaToday è in caricamento