Governo e Regione, Cna accoglie le proposte: «Ora subito contributi a fondo perduto»

In attesa dei protocolli attuativi e degli ultimi dettagli procedurali, la Cna esprime soddisfazione nel merito, ma esorta Governo e Regione a fare presto

Massimiliano Santini

In attesa dei protocolli attuativi e degli ultimi dettagli procedurali, che consentiranno finalmente di beneficiare di tutti i provvedimenti di ristoro compensativo previsti dai vari livelli istituzionali per il Covid, la Cna esprime soddisfazione nel merito, ma esorta Governo e Regione a fare presto. «I nostri Uffici sono pronti da tempo e con ogni probabilità già dalla prossima settimana con decreti e procedure alla mano si potranno istruire le pratiche per accedere ai due contributi a fondo perduto ai quali possono accedere molte imprese locali, ovvero quello del DL "Rilancio", con calcolo della contrazione del fatturato sul dato tendenziale annuo di aprile e quello forfait regionale che interessa i settori particolarmente danneggiati dalla pandemia con contributi da 1.000 a 3.000 euro». A dirlo è Massimiliano Santini, direttore Cna di Ancona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Tengo a precisare che i due contributi sono cumulabili, ma richiedono ovviamente due canali diversi di attivazione e quindi debbono essere valutati e supportati dagli Uffici Cna. Detto ciò la CNA, pur ribattezzando il Decreto del Governo come "ristoro" e non "rilancio", giudica le misure dichiarate e oggetto di dibattito parlamentare, positive, perché recepiscono molte delle nostre richieste: credito senza vincoli (garanzia statale 100%), sviluppo infrastrutture (Superbonus 110%); costo del lavoro (sospensione contributi fino al 16 giugno); bonus 1.000 euro; pubblica amministrazione (accelerazione dei pagamenti debiti della p.a.); made in Italy e Export (Piano straordinario e Patto per l'export); pressione burocratica (in fase di definizione il Decreto sburocratizzazione; sospensione pagamenti (fino al 16 settembre e restituzione in 4 rate entro fine anno); sicurezza (credito d'imposta per DPI e spese protocolli di sicurezza); codice appalti (in esame il forte snellimento del codice degli appalti); integrazione salariale (1,1 mld per rifinanziare la FSBA); 12), turismo e commercio (varie misure mirate per le categorie).  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento