rotate-mobile
Attualità

Godog continua a stupire, per il birrificio jesino menzione di "Eccellenza" nella guida Slowfood 2025

E' la terza volta consecutiva. Questo riconoscimento conferma la qualità e la costanza nella produzione del birrificio, valorizzando il lavoro e la passione che i soci fondatori, Francesco Capomagi e Manuel Piergigli, dedicano alla loro attività

JESI - Un riconoscimento (l'ennesimo) per un birrificio che non sembra voler arrestare la sua crescita. Godog nelle scorse ore ha ricevuto per la terza edizione consecutiva la prestigiosa menzione di "Eccellenza" nella Guida alle Birre d'Italia Slowfood 2025. Questo riconoscimento, che segue le edizioni del 2021 e 2023, conferma la qualità e la costanza nella produzione del birrificio, valorizzando il lavoro e la passione che i soci fondatori, Francesco Capomagi e Manuel Piergigli, dedicano alla loro attività.

Conosciamo Godog

Fondato nel febbraio del 2016, il birrificio Godog si è rapidamente affermato nel panorama delle birre artigianali italiane grazie alla sua attenzione per la qualità e l'innovazione. La recente menzione nella Guida Slowfood attesta la qualità complessiva delle loro produzioni. Tra queste impossibile non menzionare le tre birre che hanno ottenuto il premio di "Etichette Imperdibili": Bauhaus, Maracaibu e Fashion Victim. «È per noi motivo di grande orgoglio essere presenti e ottenere questa ulteriore conferma della qualità e della costanza delle nostre creazioni. Questo ci spinge a proseguire nella ricerca, forti dell'impegno e della passione che da sempre ci contraddistinguono» hanno dichiarato i soci attraverso i loro canali social. «Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che continuano a sostenere e credere nel progetto Godog, nonché alla redazione della guida Slowfood per il loro lavoro puntuale e appassionato».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Godog continua a stupire, per il birrificio jesino menzione di "Eccellenza" nella guida Slowfood 2025

AnconaToday è in caricamento