menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata Fai d’Autunno, le iniziative in programma a Senigallia

L’edizione 2020 è dedicata a Giulia Maria Crespi, fondatrice del Fondo Ambiente Italiano, e a un tema a lei particolarmente caro, quello della salute

SENIGALLIA – Si rinnova l’appuntamento con le Giornate Fai di Autunno che quest’anno dedicheranno all’apertura al pubblico di alcuni splendidi luoghi del nostro patrimonio culturale e artistico ben due week end consecutivi, quello del 17 e 18 ottobre e quello del 24 e 25 ottobre. Complessivamente l’evento interesserà 1000 beni in 400 città italiane. L’edizione 2020 è dedicata a Giulia Maria Crespi, fondatrice del Fondo Ambiente Italiano, e a un tema a lei particolarmente caro, quello della salute. L’obiettivo, come sempre, è quello di “seminare” conoscenza e consapevolezza del patrimonio di storia, arte e natura italiano, accompagnando il pubblico a visitare, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, luoghi normalmente non accessibili, poco noti o poco valorizzati in tutte le regioni.

A Senigallia le visite riguarderanno l’elegante Chiesa di San Martino, descritta nel 1700 come “reggia di San Martino”; il prestigioso Palazzo Augusti Arsilli, edificio del primo Novecento che conserva al suo interno le magnifiche porte del Settecento, alcuni affreschi e una piccola cappella utilizzata da Pio IX durante le visite alla famiglia; lo stabilimento Opera Pia Mastai Ferretti, con la pregevole cantina di botti di legno storiche e l’archivio che testimonia la storia della mezzadria del territorio; e infine un percorso alla scoperta dei luoghi della campagna senigalliese amati e fotografati da Giacomelli. Da segnalare che i visitatori di Palazzo Augusti Arsilli saranno accolti in costume d’epoca dai fratelli Marconi. Per partecipare alle visite è richiesta un’iscrizione on line e una a donazione libera al Fai, con un contributo minimo di 3 euro che servirà a sostenere le iniziative dell’associazione volte alla salvaguardia e alla tutela del patrimonio storico artistico e ambientale. Naturalmente per rispettare le norme anti Covid-19 i posti saranno contingentati.


Protagonisti di questo doppio week end saranno ancora una volta i giovani apprendisti Ciceroni delle scuole del territorio, ovvero gli studenti del liceo scientifico “Medi”, del liceo classico “Perticari” e della scuola media “Fagnani”. Per loro sarà un’esperienza molto formativa di cittadinanza partecipata, nella quale vedranno prendere vita e colloquiare tra loro le materie scolastiche che in classe studiano separatamente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento