Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

Ecco il "liquore del Conero", ma i rincari pesano: «Non aumento i prezzi per scelta»

Loris Spinsante, giovane imprenditore di Numana, presenta il nuovo liquore dopo due anni dall'uscita del gin. Punta tutto sulla qualità e sulla materia prima

ANCONA - Dopo il gin del Conero arriva l’omonimo amaro. A realizzare il nuovo liquore locale è l’imprenditore di Numana Loris Spinsante. «L’idea è quella di ampliare il brand - spiega Spinsante - e aprirci ad una nuova clientela. Abbiamo lavorato per un anno e mezzo sulla ricetta utilizzando prodotti biologici italiani. Puntiamo tutto sulla qualità. Al momento la prima produzione conta 300 bottiglie ma puntiamo alle mille entro l’estate». Nella ricetta si trovano foglie di corbezzolo, aghi di pino mediterraneo e fiori di ginestra, miscelati con altre erbe, spezie, radici e agrumi come rabarbaro e arancio amaro, carciofo di Montelupone e anice verde di Castignano. WhatsApp Image 2022-03-14 at 10.17.50 (1)-3

Certo fare l’imprenditore in questo settore non è facile oggi e tra pandemia, rincaro delle materie prime e del carburante, bisogna barcamenarsi tra mille difficoltà. «Abbiamo accusato tutto - prosegue Spinsante - ad esempio, parlando di materie prime, prima c’era la possibilità di smezzare il pallet che utilizziamo per la produzione, adesso dobbiamo prenderlo intero con pagamento anticipato. Nonostante tutto, però, per nostra scelta non abbiamo aumentato i prezzi del prodotto, a meno che non l’abbiano fatto le singole enoteche. Vedremo quali saranno i reali rincari tra qualche mese per adesso questa è la nostra scelta visto che ci posizioniamo già in una fascia medio-alta di prezzi».

Tra richieste di bar ed enoteche Ancona sembra apprezzare il nuovo liquore da 28 gradi. «C’è un forte spirito locale - prosegue il giovane imprenditore 29enne - il fatto che siamo nati con la pandemia ci ha aiutato. Abbiamo trovato tante persone che volevano supportarci e, come si dice, aiutare il vicino». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il "liquore del Conero", ma i rincari pesano: «Non aumento i prezzi per scelta»
AnconaToday è in caricamento