Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Festa del Mare, Eliantonio: «Un successo oltre le aspettative. I grandi eventi leva per lavoro e turismo»

L'assessore si sta già occupando della Notte Bianca che si terrà la prima settimana di ottobre

ANCONA- Prima prova superata, la nuova Festa del Mare ha convinto tutti. Il biglietto da visita dell’amministrazione Silvetti si è rivelato vincente portando ad Ancona, in due giorni, circa 25mila persone tra anconetani, marchigiani e persone da fuori regione. Un grande successo che ha superato addirittura le aspettative. Abbiamo fatto due chiacchiere con l’assessore ai Grandi Eventi, Angelo Eliantonio, direttore artistico della Festa del Mare. Assessore Eliantonio, tiriamo un bilancio… Come è andata questa Festa del Mare? «È andata molto bene, siamo molto soddisfatti. Abbiamo costruito questo evento da zero, in poco tempo e con una macchina tutta da conoscere. Gli elementi di novità che abbiamo portato si sono rivelati la carta vincente. La location del Passetto per il concerto dei Tiromancino è stata molto apprezzata sia dagli anconetani che dalle persone venute da fuori. Perfino Zampaglione è rimasto estasiato dal luogo e infatti ci ha dedicato un post su Facebook. Anche la scelta del Molo Rizzo come location per i fuochi d’artificio è stata promossa, così come il format della due giorni di eventi. Abbiamo sviluppato la festa su 3 km, dal Molo Rizzo al Passetto, organizzato un cartellone con 21 appuntamenti in 10 luoghi diversi e 29 percorsi di gusto. Sul piano della viabilità è andato tutto bene. È stata la festa della città». Vi aspettavate questo risultato? «Avevamo l’ambizione, e l’abbiamo tuttora, di costruire eventi importanti in grado di richiamare tante persone anche da fuori città e ci siamo riusciti. Non ci eravamo resi conto però, di quanto la nostra proposta fosse vincente. Ne siamo rimasti favorevolmente sorpresi. Abbiamo colto un aspetto che mancava ad Ancona e questo ce lo hanno detto i cittadini. È stata una bella festa perché si è respirato il senso di identità e di appartenenza alla città, di ciò che rappresenta. Molti si sono emozionati. L’amministrazione ha voluto fare un grande investimento sulla Festa del Mare perché crediamo che gli eventi siano motore di sviluppo per il lavoro e il turismo; non a caso questa iniziativa l’abbiamo costruita insieme alle attività economiche. Con questo grande evento abbiamo fatto un passo avanti verso un capoluogo più attrattivo. Questo è l’obiettivo della nostra amministrazione, stiamo rispettando il mandato che i cittadini ci hanno conferito votandoci alle elezioni».

Qualcosa da migliorare per la prossima edizione? «C’è sempre qualcosa da migliorare. Siamo soddisfatti della tenuta della mobilità, ma si può fare ancora meglio. Per il prossimo anno ci piacerebbe che alla processione in mare partecipassero anche i pescherecci, quest’anno non è stato possibile perché è opportuno un nulla osta del Ministero e prima di averlo ci vuole un po’ di tempo. Vorremmo coinvolgere maggiormente anche le attività economiche, fare in modo che, quando ci sono questi eventi, rimangano aperte la sera. Ma abbiamo avuto poco tempo per affrontare questo tema». I fuochi d’artificio sono piaciuti molto, ma alcuni hanno criticato la breve durata, solo 15 minuti. «La Fonti Pirotecnica, che è campione internazionale 2023 di fuochi di artificio, ci ha consigliato questa durata. Non si misura dal tempo la qualità di uno spettacolo pirotecnico, ma dalla creatività, dalle figure e dalle coreografie. I fuochi devono lasciare un’emozione e l’effetto wow penso proprio che ci sia stato. Le persone hanno applaudito ben 5 volte durante lo spettacolo. Abbiamo tutelato di più anche gli animali». Archiviata la Festa del Mare, inizierà a lavorare su altri grandi eventi come la Notte Bianca e il Capodanno? «Il prossimo grande appuntamento è la Notte Bianca che si terrà la prima settimana di ottobre. Cercheremo di valorizzare al massimo tutte le piazze del centro. In Piazza Cavour si svolgerà l’evento più importante, un ruolo di rilievo avrà anche Piazza Pertini. La Notte Bianca sarà all’insegna della musica e dei vari ambienti musicali che vogliamo realizzare in città. Intanto, a settembre ci saranno altri eventi da non perdere che animeranno il centro, come “In Bocca al luppolo” e “Sharper, la notte dei ricercatori”».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del Mare, Eliantonio: «Un successo oltre le aspettative. I grandi eventi leva per lavoro e turismo»
AnconaToday è in caricamento