rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Attualità Fabriano

Il Fabriano Cerreto contro il sindaco: «Misure discriminatorie per la gestione degli impianti»

La società cartaia ha espresso il suo punto di vista mettendo nel mirino alcune scelte del sindaco Gabriele Santarelli

Il Fabriano Cerreto, società militante in Eccellenza con un ampio settore giovanile, contro la Giunta del sindaco Gabriele Santarelli in materia di gestione degli impianti. Attraverso una nota il club ha espresso tutta la sua contrarietà in relazione alle ultime misure:

«L'Asd Fabriano Cerreto prende atto del provvedimento della giunta comunale fabrianese di confermare le agevolazioni alle società sportive anche per l'anno 2022, consistenti, sono parole del Sindaco, nella “..gratuità dell’uso degli impianti sportivi gestiti direttamente dal Comune e sono state attivate delle riduzioni sui canoni per la gestione degli impianti da parte di alcune società sportive….risorse che le società sportive potranno risparmiare…..senza dover gravare sui propri tesserati”. Orbene, non possiamo non far notare alle famiglie dei nostri ragazzi e alla cittadinanza intera come questo aiuto sia discriminatorio. Lo stesso è infatti riservato alle sole società che usufruiscono di impianti sportivi a gestione comunale. Al contrario, le società che come la nostra utilizzano impianti non gestiti direttamente dal Comune, bensì da altre società, dovranno continuare a pagare l’utilizzo degli stessi secondo le tariffe comunali peraltro aumentate con delibera del 17 febbraio».

E ancora: «Al riguardo, l’ASD Fabriano Cerreto fa presente che la sua compagine è formata, oltre alla prima squadra, da ben 14 squadre di settore giovanile e scuola calcio, che si allenano principalmente all’Antistadio comunale, allo Stadio Comunale ed al Polisportivo del Borgo. Impianti non gestiti dal Comune e per l’utilizzo dei quali la Società paga fatture, che i gestori emettono mensilmente, nella misura totale di circa € 22.000 annui. Ciò dimostra, qualora ce ne fosse stato il bisogno, che il provvedimento adottato dall’attuale giunta comunale non va a vantaggio di tutte le associazioni sportive, ma solo di alcune, palesando in tal modo una evidente disparità di trattamento tra le stesse. Ciò premesso, è auspicabile che l’amministrazione comunale adotti forme di aiuto, considerando che per l’anno 2021 non sono state previste, anche per quelle società che usufruiscono di impianti non gestiti direttamente dal comune, garantendo in tal modo parità di trattamento».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Fabriano Cerreto contro il sindaco: «Misure discriminatorie per la gestione degli impianti»

AnconaToday è in caricamento