rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità Quartiere Adriatico / Largo Lorenzo Cappelli

Ex Umberto I, slitta l'ipotesi fine anno: «Non c'è una data, il Covid rallenta i lavori»

Giovanni Guidi, Direttore dell’Area vasta 2 Asur Marche spiega come mai non saranno ultimati i lavori entro la fine del 2021. Diomedi: «Il cantiere lavora a singhiozzo, non è possibile»

L'ex Umberto I in Largo Cappelli è ancora un cantiere e per vedere i lavori ultimati bisognerà ancora attendere un po'. Entro la fine dell'anno era stata annunciata l'attivazione dei servizi Asur all'interno dei due padiglioni del vecchio ospedale civile ma a causa della pandemia i lavori avrebbero subito ritardi e rinvii. Giovanni Guidi, Direttore dell’Area vasta 2 Asur Marche, conferma. «Stiamo lavorando ma ci sono dei problemi. La pandemia ha impedito il proseguo dei lavori. Al momento si sta lavorando all’interno della struttura con le modalità di sicurezza previste dalla normativa anti Covid. Indubbiamente i lavori proseguono più a rilento. La battuta d’arresto di tutto il 2021 ha pesato fortemente sul termine dei lavori programmati».

La scadenza 

Non è ancora chiaro quindi quando verranno attivati i servizi poliambulatoriali del viale della Vittoria, la Casa della Salute e così via, oltre alla casa di riposo che dovrebbe integrare le strutture comunali in materia di accoglienza per la popolazione più anziana e quella più vulnerabile. «Definire una nuova data è difficile- prosegue Guidi -. Non si sa se lo stato d’emergenza sarà prorogato e se i criteri per i lavori all’interno delle strutture sanitarie a progetto cambieranno. Dunque bisogna aspettare la fine di questo mese per capirne di più dei lavori».WhatsApp Image 2021-12-09 at 10.34.51-2

I lavori «a singhiozzo» e le critiche 

Ieri mattina il cantiere era fermo e due lucchetti bloccavano gli ingressi del cantiere. A notarlo anche Daniela Diomedi, consigliera comunale del Movimento 5 Stelle, che dice: «La città ha bisogno di questa struttura. E' necessario che i lavori si velocizzino e non si può lavorare a pezzi e bocconi. Mi sento indignata. Sono anni che si parla di finire i lavori». Il Direttore Guidi spiega come mai in alcuni giorni il cantiere non è attivo: «Siccome ci sono diverse aziende appaltate che svolgono lavori differenti – insiste il Direttore - possono capitare dei momenti di pausa. Faccio un esempio: se la ditta che si era occupata dell’impianto idraulico ha finito il suo compito e quella elettrica deve ancora iniziarlo è normale che ci siano delle giornate di stop al cantiere. Intanto è stata ultimata gran parte della struttura. Mancano le rifiniture prevalenti e stiamo procedendo velocemente con la gara per gli arredi. Di questo si sta occupando l’ufficio Acquisti e logistica dell’Asur. È già stata nominata la Commissione competente, quindi non credo servano tempi lunghi per procedere».

Il Comune 

Intanto l’assessore al Patrimonio Pierpaolo Sediari annuncia di voler chiedere un incontro con il Direttore dell'Area Vasta. L’obiettivo è quello di sollecitare la chiusura dei lavori per trasferire poi tutti i servizi nelle nuove palazzine. A tal proposito il vicesindaco dichiara: «Mi sono informato per capire quando poter incontrare il Direttore dell’Area Vasta 2, Giovanni Guidi. Come amministrazione comunale ci preme avere una data per sapere quando saranno ultimati i trasferimenti dei servizi. È importante anche perché dobbiamo definire quanto prima la riqualificazione dei due immobili. Abbiamo la necessità di fare il punto della situazione».
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Umberto I, slitta l'ipotesi fine anno: «Non c'è una data, il Covid rallenta i lavori»

AnconaToday è in caricamento