rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità

Made in Marche in etichetta: più valore all'agroalimentare ma calano le vendite

Secondo Coldiretti ad incidere è stato il caro prezzi in quanto le famiglie hanno dovuto tagliare le quantità acquistate

MARCHE- La marchigianità in etichetta continua a crescere di valore ma calano le vendite. Il quadro emerge dall'ultimo rapporto dell'Osservatorio Immagino Gs1 Italy che ha stilato la classifica delle regioni italiane per giro d'affari dell'agroalimentare che riporta in etichetta il legame con il territorio. Nelle Marche è stato considerato un paniere di 252 prodotti che hanno sviluppato un fatturato di 63 milioni di euro a dicembre 2022. Un +2,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente 2021 anche se si registrano minori vendite. «Ciò - spiegano da Coldiretti - è dovuto anche perché con il caro prezzi le famiglie hanno dovuto tagliare le quantità acquistate. Va detto che nei mercati agricoli che fanno la vendita diretta l'inflazione si è fatta sentire meno grazie alla filiera più corta e alla maggior capacità delle aziende agricole di adattarsi alle situazioni di crisi. Ora però l'emergenza si estende alle imprese agricole colpite dal maltempo. Dalle Istituzioni ci aspettiamo un invito ad acquistare frutta e verdura italiane duramente colpite dal maltempo per garantire ai consumatori prodotti di qualità e sostenere l’occupazione e le imprese agricole nazionali e maggiori controlli sul rispetto dell’obbligo di etichettatura di origine, per evitare che vengano spacciati per nazionali prodotti di importazione».

Garanzia di cibo del territorio che i consumatori possono trovare nei mercati di Campagna Amica dove, con l'arrivo dei turisti, i prodotti più apprezzati come souvenir delle vacanze, sono l'olio extravergine di oliva e il vino. Ma tra i prodotti particolarmente apprezzati dai consumatori c'è la pasta Made in Marche capace di arrivare, lo scorso anno, a raggiungere i 22,6 milioni di fatturato nell'export. Pasta che insieme alla farina, alle gallette e agli altri cereali a chilometro zero sarà festeggiata sabato 24 giugno nei mercati di Campagna Amica dove si terranno esposizioni di grani antichi e di pani del forno e degustazioni. Le iniziative si concentreranno nei mercati coperti di Pesaro (via Togliatti), Ancona (via Martiri della Resistenza), Macerata (via Morbiducci) e Ascoli Piceno (via Tranquilli).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Made in Marche in etichetta: più valore all'agroalimentare ma calano le vendite

AnconaToday è in caricamento