rotate-mobile
Attualità

Elica, viceministro Todde: «Attesi chiarimenti su posti di lavoro e piano industriale»

In risposta ad un'interrogazione della deputata Patrizia Terzoni (M5S)

«Da parte di Elica sono stati compiuti alcuni passi avanti relativi agli impegni assunti di aumentare i volumi produttivi, di realizzare nuove produzioni nonché di reinternalizzarne altre ma restano aperte e sono ancora oggetto di trattative, verifiche e chiarimenti le questioni aventi ad oggetto il futuro assetto produttivo della società, le conseguenti ricadute occupazionali e le azioni concrete per l'individuazione di un progetto industriale sostenibile». La viceministra allo Sviluppo economico Alessandra Todde risponde ad un'interrogazione della deputata Patrizia Terzoni (M5S) sulla situazione dell'impianto di produzione di cappe aspiranti del gruppo Elica a Cerreto d'Esi in provincia di Ancona. La pentastellata in particolare richiedeva l'apertura di un tavolo nazionale, nonché la valutazione di soluzioni occupazionali e produttive per i siti di Cerreto e Mergo, particolarmente colpiti dalla riorganizzazione.

«Nel corso dell'incontro del 19 ottobre scorso l'azienda si è resa disponibile al reshoring di produzioni del top di gamma che condurrebbe all'impiego presso lo stabilimento di Mergo di 380 lavoratori- spiega Alessandra Todde, vice ministra dello sviluppo economico - Lo scorso 9 dicembre inoltre è stato sottoscritto l'accordo che prevede il mantenimento delle produzioni in Italia della multinazionale di Fabriano che produce elettrodomestici, scongiurando quindi il Piano annunciato dall'azienda (nel marzo 2021) che prevedeva la delocalizzazioni delle produzioni all'estero e l'esubero di circa 400 lavoratori». La nuova intesa raggiunta tra azienda e sindacati, ricorda Todde, prevede un nuovo Piano «che, oltre a tutelare il futuro degli stabilimenti, individua un percorso di rilancio industriale condiviso per garantire il salvataggio di posti di lavoro attraverso l'avvio di nuovi prodotti e l'utilizzo di tutti gli strumenti disponibili ad accompagnare, con incentivi, una parte dei lavoratori coinvolti verso nuove opportunità di ricollocazione e al prepensionamento».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elica, viceministro Todde: «Attesi chiarimenti su posti di lavoro e piano industriale»

AnconaToday è in caricamento