rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Attualità

Degrado, è allarme per la “II Circoscrizione”: «Sindaco e assessori perché questo disinteresse?»

La storica palazzina di via Scrima 19 al Piano versa in condizioni precarie. La denuncia è arrivata dal CTP 3

ANCONA- La storica palazzina di via Scrima 19, sede dell’ormai ex “II Circoscrizione“ nel cuore del Piano San Lazzaro, sarebbe ridotta in un grave stato di degrado e abbandono rendendo necessari lavori di ripristino e manutenzione. La denuncia è arrivata direttamente dal Comitato Territoriale di Partecipazione numero 3 che ha elencato le problematiche esistenti:

«L’entrata principale di Via Scrima ha il portone chiuso. Si entra solo su appuntamento e dentro ci lavorano due dipendenti comunali che hanno come compito principale, e quasi esclusivo, la raccolta delle richieste tessere con agevolazione tariffaria per i servizi di trasporto pubblico regionale e locale. Poi ci sono altre due entrate da Piazzale Loreto. La prima per entrare in una stanza utilizzata dai Consiglieri del Ctp3 e Ctp6 quando fanno Consiglio in presenza. Questa sala è l’unica a norma, ma presenza massima quindici persone. La seconda entrata da Piazzale Loreto entra in un’aula che un tempo accoglieva il doposcuola e oggi è in stato di abbandono, muffa per infiltrazioni d’acqua, documenti e mobilio ammassati. Il cancello della porta dà su uno spazio verde lasciato all’incuria».

Ancora, proseguendo nel cosiddetto "tour virtuale" grazie alla responsabile del Ctp Loretta Boni: «C’è poi una stanza grande che un tempo aveva ospitato doposcuola per bambini, scuola d’italiano per stranieri, intrattenimento per anziani del quartiere, iniziative di aggregazione e assemblee di circoscrizione, quartiere, associazioni, cittadini, oggi è in uno stato anche questo di semi abbandono e comunque non praticabile. Questa sala grande potrebbe accogliere oltre quaranta persone è dichiarata non agibile dal tecnico del Comune e non può essere utilizzata. In questa sala grande c’è una uscita di sicurezza che dà su uno spazio impraticabile per la vegetazione alta cresciuta in maniera caotica».

Fino ad arrivare alla denuncia rivolta perlopiù al sindaco Valeria Mancinelli e all’assessore Stefano Foresi: «Tutta la struttura sta subendo un veloce ammaloramento e davvero risulta incomprensibile come mai l’amministrazione comunale getti al macero strutture pubbliche così importanti e non preveda un progetto e risorse per ripristinare l’agibilità e l’accessibilità di questi spazi preziosi per aggregazione e iniziative. La città ha bisogno di questi spazi, oggi basterebbe poco per risollevare la struttura, ogni giorno che passa peggiora la situazione. Una grande tema quello degli immobili pubblici abbandonati. La città non ha spazi gratuiti per grandi assemblee. Tutto è complicato quando si decide di fare una assemblea di cittadini. È davvero una indecenza. Le strutture pubbliche sono beni collettivi e devono essere manutenuti in piena efficienza.  Lo chiediamo a Stefano Foresi, alla sindaca Valeria Mancinelli. Perché questo disinteresse? E’ necessario provvedere subito e rendere i locali delle ex circoscrizioni agibili, accessibili e fruibili a tutta la cittadinanza».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado, è allarme per la “II Circoscrizione”: «Sindaco e assessori perché questo disinteresse?»

AnconaToday è in caricamento