rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

Wizard, il mago che compatta i rifiuti: «Potenziamo al massimo l’efficienza dei cassonetti»

Daniele De Paduanis, anconetano e socio fondatore del sistema compattante per uso cittadino denominato Wizard, racconta la nascita dell’idea e i potenziali scenari futuri che si stanno delineando

Sfruttare tutto lo spazio disponibile all’interno dei cassonetti per concentrare la raccolta dell’immondizia all’insegna della sostenibilità. E’ la mission del sistema compattante per uso cittadino denominato “Wizard”. Il “mago” è stato creato per aumentare la potenzialità di carico dei normali cassonetti urbani, la sua efficienza diventa massima sia in siti dove il conferimento è abbondante e sia dove i siti di raccolta sono particolarmente distanti. E se le cose vanno in questa direzione si può ridurre del 50% il numero di spostamento degli operatori. Il tutto condito da uno studio approfondito che indica dove e come intervenire. A spiegare le potenzialità del sistema, per il quale sono già in atto tavoli di lavoro con diversi Comuni tra cui Ancona, è stato direttamente l’ingegnere informatico e dell’automazione robotica anconetano Daniele De Paduanis tra i soci fondatori insieme Gabriele Achille e Antonio Mingo:

«Tutto nasce dall’osservazione dei sacchi dell’immondizia. Avete mai pensato a quanta aria c’è dentro? E allora mi sono messo a studiare, cercando di elaborare un sistema compattante. Così è nato Wizard, i benefici possono essere enormi perché attraverso un mix tra intelligenza artificiale e studio possiamo capire dove incentrare le nostre energie raccogliendo il massimo dalla capienza dei cassonetti. Fino a questo momento abbiamo sperimentato in modo corretto e abbiamo in programma tantissimi tavoli con gli enti preposti allo smaltimento dei rifiuti e con i Comuni»

Inoltre, il sistema è perfettamente modellabile a seconda delle singole esigenze: «La nostra idea progettuale cambia con le necessità del cliente. Possiamo munire Wizard di alimentazione solare, possiamo installarlo su piattaforme elevatrici, possiamo fare tutto e soprattutto possiamo avere dati in tempo reale utili per le rilevazioni. Ho sempre amato l’ambito tecnologico e ritengo che siamo davanti ad un qualcosa che potrebbe rappresentare un punto di svolta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wizard, il mago che compatta i rifiuti: «Potenziamo al massimo l’efficienza dei cassonetti»

AnconaToday è in caricamento