rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità Quartiere Adriatico / Piazza Camillo Benso di Cavour

Ddl Zan, la protesta ad Ancona: «Con questo schiaffo puntiamo più in alto»

Ddl Zan bocciato in Senato, monta la protesta anche ad Ancona. Oggi pomeriggio sit-in a piazza Cavour per manifestare pacificamente la rabbia contro l’esito del voto

Ddl Zan bocciato in Senato, monta la protesta anche ad Ancona. Oggi pomeriggio sit-in a piazza Cavour per manifestare pacificamente la rabbia contro l’esito del voto (segreto), ma anche per l’applauso che ne è seguito in Aula. «La politica ci ha dato uno schiaffo, il Ddl Zan prevedeva tutele per chi viene discriminato sulla base dell’orientamento sessuale, genere e identità di genere ma anche per i disabili- spiega Matteo Marchegiani, segretario Arcigay Comunitas Ancona- Lo Stato ha messo nero su bianco l’intenzione di non tutelarci». Non bastano infatti, secondo Arcigay, le norme già in essere per la tutela dell’incolumità della persona: «Il Ddl avrebbe integrato la legge Mancino- sottolinea Marchegiani- per noi era fondamentale avere nero su bianco il riconoscimento dell’ omo-lesbo-bi-transfobia e la discriminazione basata sul genere o sull’abilismo. Le tutele di oggi non sono applicabili a questo tipo di violenza, essere picchiati per strada per un qualunque motivo non equivale a essere picchiati perché gay o lesbiche. La matrice di questa violenza è l’odio per categorie specifiche e per questo serviva una legge ad-hoc».

IL VIDEO DELLA PROTESTA

«Ora un nuovo testo»

«Adesso cosa succede? C’è tanta rabbia- continua il segretario Arcigay Comunitas Ancona- da oggi andremo avanti più forti, chiederemo una legge ancora migliore rispetto allo “Zan” che era già frutto di mediazioni al ribasso. Era inutile avere un’articolo 1 che inseriva definizioni inutili già preenti nell’ordinamento, o l’articolo 4 “salva-idee” che andava a ribadire concetti espressi nella Costituzione. Anche l’articolo che riguardava le scuole andava a complicare la situazione degli interventi da fare in classe. Sarebbe invece anche utile trovare il gratuito patrocinio per le vittime di questo tipo di violenze, proposta cassata nella versione della legge. Noi non vogliamo punire, vogliamo che le persone siano educate a non commettere violenze di questo tipo». 

Bocciato il Ddl Zan, la protesta ad Ancona

Le associazioni

Megafono a disposizione di tutti in piazza Cavour. Tra le associazioni che hanno sostenuto il presidio c’erano la Cgil Marche, Agedo, Amnesty International, ANPI Marche, Giovani Democratici, Dipende da noi, Possibile e Gulliver. «Quello che è successo l’altro giorno ci riempie di rabbia e delusione, perché è stata affossata una legge di civiltà che voleva semplicemente fermare l’odio» ha detto Daniela Barbaresi (Cgil Marche). Tamara Ferretti (ANPI Marche): «Si sono avvalsi di mezzucci senza neppure metterci la faccia». Marco Pignocchi (Amnesty International): «Abbiamo due possibilità, arrabbiarci oppure andare avanti, capitalizzare la rabbia che abbiamo e andare avanti senza fermarci». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ddl Zan, la protesta ad Ancona: «Con questo schiaffo puntiamo più in alto»

AnconaToday è in caricamento