rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

Danza e teatro, da Barcellona alle Marche: è ancora "Ijshaamanka"

Progetti di respiro europeo e formazione continua con esperti da tutto il mondo: prosegue l'attività dell'associazione pergolese Ijshaamanka

Progetti di respiro europeo e formazione continua con esperti da tutto il mondo: prosegue  l'attività dell'associazione pergolese Ijshaamanka, impegnata da tempo in un percorso di ricerca per lo sviluppo della metodologia di danza teatro integrato, all'insegna della inclusione sociale. Nei giorni scorsi è volata in Spagna, a Barcellona, per la seconda tappa del progetto 'Dan.The', di cui è capofila, patrocinato dalla Comunità Europea e dall’agenzia nazionale giovani. L'evento, dopo quello estivo a Pergola, è stato organizzato dal partner ‘Sala Fenix’, uno degli 11 teatri in rete nella città catalana. Impegnato in programmazioni e produzioni di teatro, musica e danza d'avanguardia, ha promosso vari laboratori guidati dai professionisti del settore, ma anche conferenze per uno scambio di buone pratiche, tavoli di discussione con i direttori dei teatri di prossimità a Barcellona, performance ed attività di ricerca per conoscere al meglio la situazione nella città in termini di inclusione e innovazione dei linguaggi teatrali.

A rappresentare Ijshaamanka, la direttrice Monia Mattioli che ha condotto un laboratorio rivolto ad attori e professionisti sulla metodologia di danza teatro integrato, Andrea Fazzini del Teatro Rebis che curerà la co-poroduzione della performance del prossimo luglio ad Alter art e Borgo Futuro, Lula Merlo, responsabile della comunicazione audio visuale e Maddalena Toderti, danzatrice del collettivo Mi La Danse Ijshaamanka. Presenti in Spagna anche i partner francesi e inglesi. Il grande e lodevole lavoro che sta portando avanti l'associazione non è sfuggito al Ministero della Cultura, che ha riconosciuto Ijshaamanka come organizzazione per progettualità di cooperazione e inclusione sociale attraverso danza e teatro, nonchè per essere un riferimento nazionale nell'ambito della ricerca e innovazione di linguaggi. Proprio con il patrocinio del Mibact, oltre a quello del Comune di Ancona, sabato e domenica alla Mole Vanvitelliana, l'associazione organizza il Workshop Neuroscienze in danza, con il metodo WiseMotion.

È progettato per tutti i curiosi, indipendentemente dal loro background. Il metodo migliora le capacità fisiche e cognitive, la consapevolezza di sé, l'interazione sociale e creatività con movimento, meditazione e neuroscienze. Il metodo WiseMotion è sviluppato dalla finlandese Hanna Poikonen, neuroscienziata e ballerina. Informazioni: 3398481679. Sempre ad Ancona e anche a Serra de’ Conti, fino a dicembre, nei week-end proseguono gli incontri con ‘Danzare Oltre’: percorsi innovativi di ricerca e pratica per lo sviluppo in nuova danza e teatro contemporanei. L’11 e 12 dicembre è in programma ‘Filosofia e tecnica della contact improvvisation’ con Martin Nachbar, docente universitario a Francoforte, mentre il 18 e 19 ‘Danza/Teatro inclusivi integrati’ con Laura Banfi, Bmc teacher, danzabilty tutor. Per tutte le informazioni: ijshaamanka.eu.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danza e teatro, da Barcellona alle Marche: è ancora "Ijshaamanka"

AnconaToday è in caricamento