rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità

L’Asur fa il punto: «Curva appiattita, vicini al “plateau”. Covid center? Per ora no»

Il direttore generale dell'Asur Nadia Storti ha parlato di tracciamento, curva epidemiologica e vaccini

«Ad oggi notiamo un appiattimento della curva epidemiologica che ci porta a dire che siamo vicini al “plateau”. Nonostante i numeri del virus siano alti, l’ospedalizzazione è basso segno che questa variante da patologie meno gravi. Riaprire il Covid center di Civitanova? Per ora no, speriamo che non serva un ampliamento delle strutture. Fin quando sarà possibile preferiamo tenere gli infermieri negli ospedali per curare anche le altre patologie». Sono le parole di Nadia Storti, direttore generale Asur Marche, intercettata a margine della conferenza stampa di questa mattina (14 gennaio) al Salesi dove si è parlato di temi legati all’ ortopedia pediatrica.

Di forte attualità anche il tema del tracciamento che sta per ritrovare la sua normalità: «Serviranno alcuni giorni per rientrare. Abbiamo fatto un’estrazione di quelle persone svincolate dal tracciamento e abbiamo individuato 8-9000 unità da richiamare. Ci stiamo già adoperando, infatti, anche con un servizio Sms nelle aree vaste con numeri più alti. Per chi ha già raggiunti i ventuno giorni il rilascio sarà automatico. Miracoli non ne facciamo ma riprenderemo tutto e ci si accorgerà, visti i numeri, che le cose stanno andando meglio. Green pass a rilento? Procedura automatica, probabilmente in questi giorni la piattaforma si è surriscaldata ma si è ripresa».

La chiusura sulla campagna vaccinale nei più piccoli e sulle possibilità di trovare un’alternativa all’Hub del Paolinelli: «Speriamo che i genitori ci diano una mano, in particolare per i piccoli sotto gli undici anni. Domenica ci sarà un open day al Paolinelli, sarebbe bello vedere una partecipazione importante. A proposito di Paolinelli e della ricerca di possibili alternative, abbiamo già avviato una procedura di evidenza pubblica per individuare nuovi spazi. La stagione invernale non aiuta, il ventaglio di possibilità si è ristretto ma continueremo a vagliare». Sulla sospensione dell’infermiere Emanuele Luchetti, principale indagato nell’ambito dell’inchiesta sulle false vaccinazioni avvenute nel capoluogo, la Storti si è trincerata dietro il segreto istruttorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Asur fa il punto: «Curva appiattita, vicini al “plateau”. Covid center? Per ora no»

AnconaToday è in caricamento