Martedì, 16 Luglio 2024
Attualità

Turisti all'Info point: «Più di 2mila tra giugno e luglio». Cosa cercano (e fanno) ad Ancona?

I due mesi estivi di giugno e luglio hanno portato, secondo i calcoli del Comune di Ancona, circa 2500 turisti all'Edicola IAT – punto informativo turistico di piazza Roma, per chiedere informazioni e materiale sulla città e sulla Riviera del Conero

ANCONA - I due mesi estivi di giugno e luglio hanno portato, secondo i calcoli del Comune di Ancona, circa 2500 turisti all'Edicola IAT – punto informativo turistico di piazza Roma, per chiedere informazioni e materiale sulla città e sulla Riviera del Conero. Il picco di arrivi generalmente si raggiunge durante il fine settimana, quando al normale flusso si aggiungono i crocieristi della MSC Fantasia. 

Cosa chiedono i turisti

Ai sei addetti che si danno il turno nel chiosco informativo di piazza Roma i turisti che si fermano chiedono principalmente come arrivare al mare e la spiaggia di Portonovo è in pole position tra le richieste. Ma c'è anche molto interesse per i luoghi di interesse storico che si possono visitare ad Ancona. Alcuni scelgono l'e-bike, che però ancora è più richiesta dagli stranieri che dagli italiani. Non mancano poi curiosità sugli itinerari nella Riviera del Conero e sulle località limitrofe. Gettonate anche le richieste sulle specialità gastronomiche locali: pesce, caffè e gelato prima di tutto. «Molti visitatori – raccontano i ragazzi dell'Edicola Iat - sono tornati al nostro infopoint lodando la cucina dei nostri ristoratori». 

«Abbiamo lavorato con pazienza ma con la barra sempre dritta per crescere nella capacità di accoglienza- commenta l'assessore comunale al turismo Paolo Marasca -s icuramente c'è ancora da fare, ma il Comune funziona. Abbiamo un progetto, per il quale abbiamo messo in campo forze, strumenti, e anche l'entusiasmo necessario per iscrivere tra i segni particolari di Ancona anche quello di città turistica di qualità».

«Abbiamo creduto nell'importanza delle crociere – aggiunge l'assessore al Porto Ida Simonella – soprattutto quest'anno, in cui i croceristi possono di nuovo scendere e godersi liberamente Ancona. Ad ogni crociera quasi duemila persone scendono e scelgono di visitare liberamente la città. E il primo impatto è testimone di una voglia di tornare a visitare il nostro territorio. Ringrazio tutti coloro che hanno creduto con noi in questa scommessa dell'accoglienza e spero che questo bel clima possa fare da traino per migliorare ancora nei prossimi anni. Avere le crociere è infatti un'occasione unica di far conoscere la città e per noi è un impegno a tenere alto lo standard dell'offerta, nei confronti di persone che arrivano da tutte le parti del mondo». 

Accoglienza

In collaborazione con la Regione Marche e l'Autorità Portuale sono disponibili bus navetta per il trasporto in centro, dove i passeggeri sono accolti dal personale del punto informativo IAT - Ancona Tourism, che fornisce tutte le informazioni turistiche necessarie e consegna un kit di materiale informativo sulla città: shopper, mappe e city guide. Sempre al punto informativo, sono fornite informazioni e prenotate guide turistiche per visite della città a piedi o in e-byke. Nei mesi di giugno, luglio e agosto, inoltre, i croceristi possono partecipare agli eventi del centro, con i mercatini aperti anche la domenica, con prodotti di artigianato artistico o prodotti tipici locali. E' possibile spostarsi anche con un trenino turistico per visitare il centro storico e il Passetto. Sempre garantiti anche gli itinerari artistici e tutte le chiese monumentali del centro storico, in accordo con la Curia, restano aperte sette giorni su sette.

Iat itinerante

Oltre all'Edicola, inoltre, anche quest'anno è attivo il servizio IAT itinerante. Durante l'attracco delle navi crociera le operatrici si muovono attraverso punti strategici del centro storico e del porto fornendo informazioni a chi visita la città e indirizzando verso le principali attrazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti all'Info point: «Più di 2mila tra giugno e luglio». Cosa cercano (e fanno) ad Ancona?
AnconaToday è in caricamento