rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

Innoliving arma in più contro il Covid: i purificatori AirPro abbattono al 99% la carica del virus

Lo studio condotto dall’Ospedale “Sacco” di Milano ha valorizzato l’opera dell’azienda marchigiana guidata da Danilo Falappa

ANCONA- Un’eccellenza di casa nostra si conferma autentico baluardo nella lotta al Covid. L’impegno contro il Sars-Cov-2 di Innoliving, azienda marchigiana specializzata nelle apparecchiature elettroniche di uso quotidiano per la salute e per il fitness, si arricchisce di un nuovo tassello derivante dalla ricerca del prestigioso ospedale “Sacco” di Milano. Gli studi condotti dal Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche hanno certificato che i purificatori Innoliving AirPro abbattono la carica virale del Coronavirus del 99,99%. Per arrivare alla conclusione, sono state effettuate prove di efficacia virucida per tempi di esposizione al trattamento di 15 e 60 minuti: il protocollo sperimentale eseguito ha evidenziato che l’esposizione diretta alle lampade installate sui dispositivi purificatori d’aria AirPro abbatte la carica virale di oltre il 99,99% per entrambi i tempi di esposizione.

La soddisfazione di tutte le parti è stata espressa nella conferenza stampa di oggi pomeriggio (16 maggio) proprio nella sede di Innoliving alla Baraccola di Ancona: «Per come era stato progettato e testato il purificatore sapevamo l’immensa qualità della quale stavamo parlando - ha spiegato il direttore generale e fondatore Innoliving Danilo Falappa – La cosa più importante è l’abbattimento della carica oltre il 99% non solo del Covid ma di tutti i virus. Nel mondo si muore per la qualità dell’aria e vogliamo tutti fare qualcosa di utile e produttivo». L’orgoglio della Regione Marche è stato evidenziato dalla presenza del vicepresidente Mirco Carloni: «La Regione è in prima linea, siamo da tempo all’avanguardia su queste tematiche per ovviare ai tanti problemi che ci sono stati nelle scuole. Investiremo sempre di più e cercheremo di dare continuità e contributi a chi produrrà strumenti di questo tipo. Innoliving è una realtà di cui andiamo fieri, l’obiettivo è quello di essere competitivi grazie alla tecnologia».

 Conferenza 2-7

Ad approvare i risultati è stata la professoressa Maria Rita Gismondo, direttore responsabile microbiologia clinica, virologia diagnostica dell’Ospedale Sacco (oltre ad una serie di altri incarichi di stessa natura): «Ci siamo focalizzati sulla possibilità di questa lampada ultravioletti di poter agire sullo sviluppo Covid anche se, moda e tempi, ci fanno capire che l’efficacia possa essere estesi su molti altri virus e batteri visto e considerato che il Coronavirus viene ritenuto quello più resistente. E’ un buonissimo primo passo sulla strada intrapresa, complimenti alle Marche ed Innoliving per quanto fatto».

I purificatori, sviluppati in una logica IoT, sono dotati di sensore per la rilevazione della qualità dell’aria, sono smart Wi-Fi e sono gestiti da una piattaforma Cloud proprietaria utile per la diagnostica remota dei purificatori, il monitoraggio, la programmazione, la statistica e controllo sull’efficacia e quindi sulla reale qualità dell’aria negli ambienti interni. Presente, in questo senso, anche Luca Tomelleri, Air Treatment BU director, che ha ribadito i benefici dell’operazione: «Questi prodotti hanno un’importanza sociale per le scuole, gli uffici, gli ospedali, le banche, gli esercizi pubblici e privati in genere. Vengono scelti per la facilità di installazione e soprattutto per gli effetti. C’è un sistema Clou proprietario per la statistica il monitoraggio che consente di visionare costantemente il corretto funzionamento dei purificatori e la misurazione della qualità dell’aria».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Innoliving arma in più contro il Covid: i purificatori AirPro abbattono al 99% la carica del virus

AnconaToday è in caricamento