I tributi al Comune durante l'emergenza: cosa cambia tra stop e proroghe

Tutte le modifiche al pagamento di tasse e tributi decisi fino ad ora dal Comune di Ancona

Il Comune di Ancona ha attivato una prima serie di misure a favore dei contribuenti e degli utenti dei servizi comunali, al fine di dare loro concreto sostegno durante la fase di emergenza da Covid 19.  Sono stati sospesi i pagamenti relativi a Cosap, imposta comunale sulla pubblicità, Tari, canone di locazione e concessori, piani di rateizzazione concessi, rette per mense scolastiche e nidi comunali di gennaio e febbraio. I pagamenti sono stati differiti di diversi mesi.«Abbiamo deciso di venire incontro alla nostra comunità in questo periodo di estrema difficoltà -spiega l’assessore al Bilancio, Ida Simonella -; per questo abbiamo sospeso e differito tutti i pagamenti per i quali abbiamo possibilità di decidere. Le misure toccano una vasta platea di destinatari, le famiglie, le imprese, società, federazioni, associazioni sportive, associazioni ricreative e culturali.  In generale quasi tutti i pagamenti sono posticipati alla fine del primo semestre dell’anno. Nulla è inoltre dovuto per rette e asili nido comunali da quando il servizio è sospeso.E’ una situazione particolarmente difficile e la cui portata complessiva per la città non è ancora realmente chiara. Per questo le misure adottate sono un inizio, e auspichiamo che arrivino ulteriori strumenti dal governo nazionale a sostegno dei redditi e dell’economia».

In particolare:

Cosap (Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche) – per le occupazioni permanenti il pagamento è spostato 30 giugno 2020 (dal 30 aprile) . Per quelle temporanee (superiori a 258 euro), la prima rata è posticipata al 30 giugno (dal 30 aprile), la seconda al 31 ottobre (dal 31 luglio), la terza al 20 dicembre (dal 31 ottobre)

Imposta di pubblicità – per  importi rateizzabili, ovvero quelli superiori a 1.549 euro, la seconda rata è spostata al 30 giugno (dal 31 marzo), la terza al 31 agosto (dal 30 giugno), la quarta al 30 novembre (dal 30 settembre).

Tari – la scadenza della prima rata non è prevista prima del 30 giugno (dal 16 maggio)

Canoni di locazione e concessione – sospesi i termini di pagamento per quelli relativi ad impianti sportivi pubblici, immobili assegnati ad  associazioni ricreative e/o culturali. I pagamenti dovuti possono essere successivamente erogati in un’unica soluzione al 30 giugno o con la possibilità di rateizzare in 5 rate mensili al massimo.

Piani di rateizzazione concessi per tributi e entrate comunali – sospesi fino al 31 maggio e possibilità di effettuare il pagamento a partire dal 30 giugno.

Rette mense scolastiche - le fatture relative ai mesi di gennaio e febbraio possono essere saldate entro il 31 maggio senza applicare sanzioni. La fattura del mese di febbraio è ridotta del 15% della quota fissa in ragione dei giorni di chiusura attivati.  Nulla è dovuto da marzo e fino alla sospensione del servizio

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rette asili comunali – le fatture relative al mese di gennaio e febbraio possono essere saldate entro il 31 maggio senza applicare sanzioni. Saranno compensati con la prossima fattura le quote contabilizzate a febbraio e  relative ai giorni di chiusura. Nulla è dovuto da marzo e fino alla sospensione del servizio.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Va a votare, viene presa a calci e pugni da uno sconosciuto: choc al seggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento