menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Acquaroli rassicura i marchigiani: «Rt a 0,91 e focolai in diminuzione»

Nel caso in cui le Marche restassero gialle il governatore marchigiano è pronto, se necessario, ad assumere misure più restrittive per i Comuni più colpiti dell'anconetano

Marche in attesa di conoscere la propria fascia di colore, sospese tra il giallo e l'arancione. «In base agli indici e ai valori che ci sono stati trasmessi preliminarmente possiamo confermare che l'indice Rt è sotto 1: 0,91- spiega il presidente della Regione, Francesco Acquaroli, a margine di una conferenza stampa organizzata dalla Camera di commercio-. I focolai inoltre sono in diminuzione. Due elementi importanti che saranno valutati dalla Cabina di regia a cui spetta l'ultima parola sulla fascia di colore della nostra regione».

Intanto nel pomeriggio di oggi inizierà la riunione con i sindaci della provincia di Ancona più interessati dalla crescita di contagi, legati anche alla variante inglese. «Oggi avrò la terza riunione in otto giorni- continua Acquaroli-. Abbiamo interloquito e stiamo interloquendo in maniera fitta con il ministero della Sanita' e con l'Istituto superiore di sanità. Abbiamo fatto nei giorni scorsi un'ordinanza che cerca di togliere l'appesantimento della mobilita' sulla provincia capoluogo di regione ed ora stiamo monitorando la situazione. Qualora il servizio Salute della Regione e l'Iss mi indicassero delle misure da mettere in campo, al di fuori del cerchio già previsto dal Dpcm, io farò la mia parte. È chiaro che queste sono scelte che vanno condivise perchè toccano molti aspetti: dalla sicurezza alle libertà individuali». Nel caso in cui le Marche restassero gialle dunque il governatore marchigiano è pronto, se necessario, ad assumere misure più restrittive per i Comuni più colpiti dell'anconetano. «Si tratta di scelte da prendere in base ai dati e con il supporto di chi studia l'andamento e gli effetti della pandemia- conclude Acquaroli-. Se dalle relazioni sarà valutato necessario emettere un provvedimento più restrittivo lo faremo. Non parlerei di micro zone rosse ma di provvedimenti specifici per dei territori che hanno una difficoltà».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento