Gioacchini (Anaao Giovani): «Premiate gli specializzandi, anche loro sono stati eroi»

Il responsabile sindacale chiede il riconoscimento dell'importante ruolo svolto dai medici in formazione nell'ambito dell'emergenza Coronavirus

Federico Gioacchini

«Abbiamo contribuito anche noi a salvare delle vite al pari dei colleghi più esperti ed è ingiusto che la Regione Marche, a differenza di altre regioni, ci lasci fuori dalla ripartizione dei fondi». Sono le  parole di Federico Gioacchini, Responsabile di Anaao Giovani Marche, tutto il rammarico di tanti specializzandi che si sono messi a disposizione per contribuire ad affrontare l’emergenza Covid e dimenticati al momento della ripartizione dei fondi regionali. «Anaao Giovani Marche – aggiunge Gioacchini - manifesta il proprio rammarico per l’indifferenza che la Regione sta riservando ai numerosi medici specializzandi impegnati nel far fronte all’emergenza Covid 19«. «A nostro avviso non può essere ignorato che moltissimi colleghi medici in formazione specialistica dell’Università Politecnica delle Marche, dal primo all’ultimo anno di specializzazione, hanno operato e continuano ad operare in “aree Covid” ad altissimo rischio infettivo» aggiunge il delegato sindacale. Il tema è di estrema attualità e, seppur meno esperti dei colleghi senior, il loro ruolo è stato fondamentale.

A partire da marzo 2020 l’intero comparto sanitario si è trovato improvvisamente a dover fronteggiare un’emergenza enorme. A Torrette in particolare, l’azienda universitaria regionale è stata individuata come sede nevralgica per la gestione dei pazienti infetti e maggiormente critici. «Se il nostro ospedale regionale è riuscito a reggere in modo esemplare l’urto di questo tremendo tsunami sanitario certamente lo si deve anche ai nostri giovani colleghi medici. Sono numerosissimi, ed andrebbero ringraziati uno per uno per il loro impegno in prima linea profuso senza risparmiarsi» tuona il referente di Anaao Giovani che rimarca il coraggio di essersi messi a disposizione. «Riteniamo che questo sia il pensiero di ogni cittadino comune e soprattutto di ogni paziente che si fosse trovato in queste drammatiche settimane ad essere ricoverato» insiste Gioacchini. Anaao Giovani chiede dunque che venga individuata una premialità anche per i medici in formazione specialistica allo stesso modo di tutto il personale sanitario impegnato in questa difficile battaglia. «Fingere di dimenticarsi di loro sarebbe una grave mancanza di rispetto. Si è parlato di eroi. E’ ora di mostrare un po’ di riconoscenza anche agli eroi più giovani». Anaao Giovani Marche segnala infine che il riconoscimento nei confronti degli specializzandi è già stato concesso in altre regioni come la Toscana, il Lazio, l’Emilia Romagna e non è escluso che presto anche altre giunte regionali provvedano in tal senso. «Le Marche vogliono distinguersi negativamente?» conclude Gioacchini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora nessuna risposta da Regione e autorità, medici specializzandi: «Ci hanno abbandonato»

La Lega dalla parte dei medici rincara la dose

Medici speicializzandi non riconosciuti e scrivono una lettera a Ceriscioli 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento