Jesi: nuove disposizioni, prescrizioni e consegna farmaci a domicilio

L’iniziativa è indirizzata ai casi di prescrizione a carattere ripetitivo e dunque rivolta a soggetti anziani, pazienti in quarantena o con malattia conclamata in isolamento domiciliare

Foto di repertorio

Il sindaco Massimo Bacci comunica che, in accordo con medici di base, pediatri, farmacie e Croce Rossa, da oggi e fino al prossimo 3 aprile viene attivata una procedura agevolata per la prescrizione farmaceutica e la distribuzione del farmaco a domicilio, con l’obiettivo di evitare situazioni di promiscuità sia negli ambulatori che nelle farmacie. L’iniziativa, che mira a contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 nella città di Jesi,  è specificamente indirizzata ai casi di prescrizione a carattere ripetitivo (ad esempio per terapie croniche) e dunque rivolta a soggetti anziani, immunodepressi e/o oncologici, pazienti in quarantena o con malattia conclamata in isolamento domiciliare e per tutti coloro che per motivi di invalidità e/o situazioni di disagio sociale e familiare presentano difficoltà a reperire il farmaco.

Ecco la procedura

L’assistito contatta telefonicamente il proprio medico richiedendo la necessaria prescrizione farmaceutica (indicando, se vuole, anche la farmacia dove desidera che venga erogato il farmaco);

il medico (conoscendo il proprio paziente) decide se attivare il servizio di cui sopra e, sempre telefonicamente, comunica all’assistito il Numero di Ricetta Elettronica (NRE);

l’assistito telefona alla propria farmacia comunicando l’NRE ed il Codice Fiscale in modo tale che il farmacista stampi autonomamente il promemoria per l’erogazione del farmaco;

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

il farmacista a sua volta chiama i volontari della Croce Rossa per il ritiro del farmaco che verrà consegnato a domicilio (solo per tutti quei farmaci che non necessitano di costi aggiuntivi; in caso contrario, sarà il farmacista stesso che si occuperà della consegna a domicilio).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento