rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità Falconara Marittima

Consorzio di bonifica sui fossi, il Comune rassicura: «Nessun rischio di esondazione»

La nota dell'amministrazione in merito alle opere realizzate sui fossi che attraversano il territorio

L’amministrazione comunale rassicura i cittadini rispetto alle opere realizzate nel cantiere del Consorzio di Bonifica sui fossi che attraversano il territorio. Il consorzio sta portando avanti lavori per circa 15milioni di euro il cui scopo è proprio quello di azzerare il rischio di esondazione nella zona industriale, a Castelferretti e a Fiumesino. Come spiegato dai responsabili del Consorzio di Bonifica, per raggiungere agevolmente entrambi gli argini il corso dell’acqua è stato convogliato in grosse tubazioni e sopra di esse è stata realizzata una strada provvisoria destinata ai mezzi di lavoro. Tali opere sono appunto temporanee e, in caso di previsioni meteo particolarmente avverse, possono essere smantellate immediatamente, grazie all’impiego dei mezzi già presenti per il cantiere e al costante monitoraggio del Consorzio di Bonifica, responsabile del cantiere.

Il Comune è continuamente in contatto con i referenti del Consorzio ,in particolare con il responsabile unico di procedimento e con il direttore dei lavori. Le previsioni meteo anche per i prossimi giorni non indicano piogge eccezionali e comunque il territorio sta uscendo da un lungo periodo di siccità, tanto che i letti dei torrenti sono ancora nella media. «Mi ero confrontata con i referenti del Consorzio già prima dell’interrogazione di Cittadini in Comune – dice l’assessore ai Lavori pubblici Valentina Barchiesi –, non appena le previsioni meteo hanno prospettato un peggioramento. Capisco la preoccupazione dei cittadini, ma mi sento di tranquillizzarli: il cantiere è stato allestito proprio per rendere più sicuro il territorio e metterlo al riparo dai rischi idrogeologici».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio di bonifica sui fossi, il Comune rassicura: «Nessun rischio di esondazione»

AnconaToday è in caricamento