rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Attualità

L’estate d’oro dei marchigiani, Luna: «Mancini e Tamberi hanno fatto sognare una nazione»

Il presidente del Coni regionale ha riavvolto il nastro e raccontato le sue emozioni in merito ai successi dei marchigiani Roberto Mancini e Gianmarco Tamberi che non solo hanno fatto emozionare un paese ma hanno reso orgogliosa un’intera regione

Notti magiche. Per i marchigiani, forse, un po’ di più. L’orgoglio provato dall’intera regione per le vittorie della Nazionale Italiana di calcio negli Europei guidata da Roberto Mancini e di Gianmarco Tamberi a Tokyo2020 con l’oro nel salto in alto è stato grande. Probabilmente uno dei più grandi mai provati. A questo proposito il presidente del Coni Marche Fabio Luna, uomo di campo ancor prima che di scrivania, ha riavvolto il suo nastro dei ricordi mettendo a nudo i suoi pensieri (rievocando anche la commozione quando, al Palaindoor, qualche giorno fa c’è stato l’abbraccio proprio con Tamberi):

«Le Marche hanno contribuito attivamente a rendere d’oro l’estate dello sport italiano. Le vittorie di Mancini e Tamberi sono state diverse. In quella della Nazionale di calcio c’è stata la scintilla che ha fatto risvegliare un paese messo a dura prova dalla pandemia. Già dopo la prima partita, il successo per 3-0 sulla Turchia di Roma, aveva creato entusiasmo e si percepiva. L’orgoglio di avere un marchigiano a condurre questa splendida squadra ha reso il tutto più magico. Più andavamo avanti e più la consapevolezza cresceva, è stata la festa di una nazione intera».

Su Tamberi invece, vista la conoscenza diretta, l’emozione aumenta: «Gianmarco non è stato solo vincere una medaglia. Gianmarco è la dimostrazione di quello che lo sport può fare. Di come ti toglie tutto ma poi te lo restituisce. Gimbo andava a scuola con mio figlio e già da piccolo era sicuro di vincere le Olimpiadi. Non era soddisfatto neanche dopo i Mondiali, voleva l’oro olimpico. Il dramma dell’infortunio che gli impedì Rio sembrava addirittura averlo messo definitivamente al tappeto. E invece no, non ha mai mollato e si è ripreso tutto. E’ stato il coronamento di un sogno lungo una vita. Un esempio per tutti».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’estate d’oro dei marchigiani, Luna: «Mancini e Tamberi hanno fatto sognare una nazione»

AnconaToday è in caricamento