Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Chiusura porto a bici, monopattini e skate, il Comitato presenta la richiesta di revoca

Il Comitato per il Parco Ciclistico del Conero ha chiesto formalmente all’autorità portuale la revoca dell’ordinanza che vieta l’ingresso nell’area del porto a biciclette, monopattini e skateboard. Portavoce dell’azione è stato l’avvocato Tommaso Rossi

I membri del Parco Ciclistico del Conero

Il Comitato per il Parco Ciclistico del Conero, assieme al coordinamento spontaneo “Porto Aperto”, hanno formalmente recapitato questa mattina, con l'avv. Tommaso Rossi, la richiesta di revoca in autotutela dell'Ordinanza dell'Autorithy Portuale che vieta l'accesso all'area portuale di Ancona a biciclette, monopattini e skateboards.

Per il Presidente del Parco Ciclistico del Conero, l'avvocato Tommaso Rossi, l'ordinanza – si legge nella nota - “ha gravi profili di illegittimità amministrativa oltre che costituzionale, in quanto gravemente lesiva della libertà di circolazione dei cittadini, oltre che di tutti i princìpi comunitari a tutela dell'ambiente, ed è totalmente illogico giustificare questa misura restrittiva con la sicurezza dell'incolumità delle persone”. Inoltre, prosegue: «In una corretta ponderazione di interessi contrapposti, appare del tutto sproporzionato chiudere tutta l'area portuale al transito di tali mezzi di mobilità dolce, che di certo non recano particolari pericoli nascenti dall'interazione con il traffico operativo portuale all'interno dell'area, e che in ogni caso si sarebbe potuto salvaguardare ad esempio prevedendo il passaggio obbligatorio nel segnalato percorso pedonale già esistente o in altro apposito percorso». E’ stato chiesto anche un incontro con il Commissario straordinario dell’autorità portuale Pettorino per agevolare il dialogo in questione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura porto a bici, monopattini e skate, il Comitato presenta la richiesta di revoca

AnconaToday è in caricamento