rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Attualità

Coldiretti Marche, fari puntati sugli “Oscar Green”: quaranta i giovani agricoltori in gara

La competizione giunta alla sedicesima edizione interesserà tutte le province. Chiusura iscrizioni fissata per il 10 maggio

ANCONA- Già una quarantina di partecipanti da tutte le province ma ci sarà tempo fino a domani, 10 maggio, per partecipare agli Oscar Green 2022. Si tratta, per il momento, della fase regionale del concorso che Coldiretti Giovani Impresa bandisce anche quest’anno (16esima edizione) con l'obiettivo di accendere i riflettori sulle nuove leve dell’agricoltura italiana. Nuove generazioni di imprenditori, molti al primo insediamento e senza una tradizione contadina di famiglia alle spalle, che sperimentano, aprono alla tecnologia e alla robotica, sono più attente all’ambiente e al benessere animale, più vicine al territorio e al consumatore.

Per iscriversi è necessario compilare l’apposito format sul sito https://giovanimpresa.coldiretti.it/ nella sezione Oscar Green. Anche quest’anno ci sono sei categorie di concorso con la novità di “Custodi d’Italia”, premio a coloro che contribuiscono al presidio dei territori più marginali e più difficili, esempi di agricoltura eroica che crea economia, lavoro e servizi nelle aree interne, difendendo l'ambiente e la biodiversità. Di grande attualità anche la categoria “Energie per il futuro e sostenibilità”, a premiare le imprese che lavorano e producono in modo ecosostenibile, che tutelano, valorizzano e recuperano, e che, rispondono ai principi di economia circolare e alla chimica verde, riducendo al minimo la produzione di rifiuti, risparmiando e producendo energia nel rispetto dell’ambiente. Confermate le altre: “Impresa Digitale”, dedicata ai progetti che applicano nuove tecnologie e innovazione digitale, e-commerce e web marketing; “Campagna Amica” per chi promuove e valorizza i prodotti Made in Italy attraverso la realizzazione di nuove forme di vendita e di consumo volte a favorire l’incontro tra impresa e cittadini e, infine, la categoria “Fare Filiera” prende in esame i progetti promossi nell’ambito di partenariati variegati, che coniugano agricoltura e tecnologia così come artigianato tradizionale e mondo digitale, arrivando fino agli ambiti del turismo, del design e di ricerca accademica, mentre “Coltiviamo solidarietà” guarda alle iniziative dedicate ai bisogni della persona e della collettività. Conclusa la fase regionale - la premiazione si terrà in estate in provincia di Macerata - i vincitori potranno essere scelti per la fase nazionale nella quale le Marche hanno sempre ben figurato raggiungendo, in tre occasioni, il premio più ambito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldiretti Marche, fari puntati sugli “Oscar Green”: quaranta i giovani agricoltori in gara

AnconaToday è in caricamento