Marche, i contagi passano dal 20% al 10%: «Ma se continua così non ce la facciamo»

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli è intervenuto in diretta televisiva nel programma Coffee Break su La7

Luca Ceriscioli a Coffee Break La7

Negli ultimi giorni la curva del contagio da Coronavirus nelle Marche è passato dal 20% al 10%, ma se resta ferma a questa percentuale «significa comunque che il numero assoluto dei contagiati raddoppierà, per cui è vero che cresce meno ma, se continua a crescere così, non riusciamo a dare risposte». Lo ha detto il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, intervenendo poco fa in diretta televisiva nel programma Coffee Break su La7. 

I numeri dei posti letto nelle Rianimazioni

Dunque, al momento, seppur in calo, la percentuale dei risultati positivi è di 10 su 100. Troppi ed è anche per  questo che servono nuovi posti di Rianimazione, che ad oggi sono 148 quelli dedicati al Covid in tutta la Regione e che dovrebbero arrivare direttamente a 248 con la costruzione del nuovo ospedale d’emergenza col progetto a firma di Guido Bertolaso. Ma servono soldi, 12 milioni di preciso e servono subito. Per questo il numero 1 della regione ha già scritto agli imprenditori di tutte le Marche chiedendo loro di mettere mano al portafoglio. Incalzato dalle domande del giornalista conduttore della trasmissione Andrea Pancani, Ceriscioli ha detto: «Abbiamo lanciato l’appello ieri sera, oggi è una giornata in cui speriamo di tirare su qualcosa dalle reti, spero saranno in tanti a mettere a disposizione le proprie risorse». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come si comportano i marchigiani

«Il contagio nella zona sud della regione è più basso che al nord, facciamo tamponi come si dice “a tappeto”, andando a cercare anche le persone in quarantena asintomatiche. Devo dire che i cittadini delle Marche si comportano bene: laddove la malattia ha colpito duro, c’è grande rigore, dove non ha colpito, sembra che non tutti abbiamo capito bene come comportarsi per dare una mano». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

  • «Vi faccio ammazzare dalla mafia», si presenta sotto casa di ex e figlia con la mazza

  • Variante sulla Statale 16, il Comune non molla e rilancia: 2 autovelox

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento