rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità

«Non ci fermeremo alla Coppa». Il Centro Papa Giovanni lancia eventi e solidarietà

L’esposizione del trofeo dell’ultimo Europeo sarà solo il primo di una serie di eventi programmati dal Centro. Sarà un 2022 tra solidarietà e iniziative

Una serie di eventi e di iniziative all’insegna della solidarietà e dell’aiuto verso il prossimo. Il Centro Papa Giovanni XXIII, da sempre impegnato sul territorio anconetano e non solo, entra nel vivo e lo fa con l’esposizione della Coppa vinta dall’Italia di Mancini all’ultimo Europeo che si terrà domani (17 dicembre):

«La scelta di pianificare questa iniziativa – ha esordito Giorgia Sordoni, Vicepresidente e coordinatrice - nasce da due motivazioni. La prima è la nostra convinzione che, attraverso la volontà e il gioco di squadra si possano raggiungere grandi risultati: è un po’ quello che accade qui ogni giorno, i nostri ospiti con disabilità formano un team con Educatori e Operatori per superare gli ostacoli che la disabilità impone. La seconda è il nostro voler restituire alla nostra città ed alla provincia un po’ della vicinanza, dell’affetto e del calore che hanno dimostrato, dimostra e dimostreranno nei confronti delle persone con disabilità del Centro. Una sorta di piccolo dono di Natale da parte del nostro Centro. Stiamo avendo un buon riscontro di pubblico e di interesse, anche sui nostri social network».

Un calendario ricco di eventi ed iniziative come confermato dalla stessa Sordoni: «L’evento della Coppa presso la nostra sede è solo una delle tante iniziative che fanno parte della nostra campagna di raccolta fondi “Io VOGLIO Casa Sollievo!”, volta a sostenere il desiderio di autonomia di tante persone con disabilità. Questo può concretizzarsi appunto a Casa Sollievo, il nostro appartamento di pronta accoglienza che permette loro di costruire oggi la loro vita indipendente di domani. Abbiamo le proposte solidali per le Aziende, la possibilità di donare online e offline, i nostri ormai storici Torroni Solidali con un nuovo gusto creato in collaborazione con la famosa pastry chef Sara Accorroni (li trovate a piazza Cavour nel mercatino natalizio comunale). Abbiamo avuto uno spettacolo di danza organizzato da Fondazione Regionale Arte nella Danza e Eugenia Morosanu (al quale tra l’altro ha preso parte Daniela, una nostra ospite, un fantastico esempio di autonomia), poi un "Omaggio ad Astor Piazzolla" realizzato dal Rotary Club Ancona Conero…ed altri spettacoli solidali ci aspettano a gennaio con Rotary Club Ancona. Insomma, tanti esempi di vicinanza, calore e sostegno alle persone di cui prendiamo cura».

In definitiva parlando del 2021 che si sta concludendo e del 2022 alle porte, i presupposti sono ottimali: «Il 2021 è stato un anno difficile, ma anche di rinascita dopo il periodo più buio del lockdown e del covid. Abbiamo potuto, seppur con tutte le attenzioni del caso, riprendere le attività ordinarie e straordinarie: con i due Centri Diurni, le due Comunità Residenziali, Casa Sollievo e Fricchiò, la nostra Ristorazione Solidale, continuiamo a impegnarci quotidianamente nel promuovere il rispetto, la dignità, il diritto all’autonomia e alla felicità delle persone disabili, costruendo insieme a loro un futuro di inclusione sociale e lavorativa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Non ci fermeremo alla Coppa». Il Centro Papa Giovanni lancia eventi e solidarietà

AnconaToday è in caricamento