Attualità

Centri giovanili in bilico, Fp Cgil: «Il Comune garantisca continuità al servizio»

L'incertezza sulle modalità di prosecuzione del servizio dei Centri giovanili desta preoccupazione. La proroga del servizio è stata disposta per i soli centri di Ponterosso e Archi

I sindacati esprimono la loro preoccupazione in merito ai centri giovanili: «L'incertezza sulle modalità di prosecuzione del servizio dei Centri giovanili desta preoccupazione per le garanzie occupazionali delle lavoratrici e dei lavoratori. La continuità del servizio, il cui appalto è scaduto il 15 maggio ed è in proroga fino al 15 ottobre, fa i conti con  interventi strutturali ai locali necessari per il loro utilizzo».

Nelle scorse settimane, la Fp Cgil ha posto al Comune di Ancona il tema della continuità del servizio dei centri giovanili: «è arrivata, purtroppo, una riposta solo parziale -spiega la nota - A causa, infatti, degli interventi strutturali necessari per il Centro di Torrette, la proroga del servizio è stata disposta per i soli centri di Ponterosso e Archi con le conseguenti ripercussioni sui lavoratori e sul servizio offerto». Per la Fp Cgil Ancona, ci sarà tempo per capire perché l'inadeguatezza strutturale del Centro Giovanile di Torrette, che per il Comune è tale da impedirne l'utilizzo, non sia stata affrontata trovando una sede alternativa per tempo ed evitandone così la temporanea chiusura. «La Fp Cgil chiede al Comune che adesso faccia urgentemente il possibile per riaprire anche il Centro di Torrette e per garantire il mantenimento del servizio sui tre Centri giovanili. Il tutto individuando, per tempo, soluzioni alternative qualora si dovessero riscontrare altri problemi strutturali. In questo modo, si darà continuità ad un servizio utile  ai ragazzi e alle famiglie dei quartieri garantendo anche la continuità occupazionale ai lavoratori».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri giovanili in bilico, Fp Cgil: «Il Comune garantisca continuità al servizio»

AnconaToday è in caricamento